Elettroni e proprietà elettroniche.

Appunto inviato da minnytwo
/5

Da cosa dipendono le proprietà chimiche di un atomo, energia di ionizzazione, affinità elettronica. (2 Pag - Formato Word) (0 pagine formato doc)

ELETRONI E PROPRIETA' DEGLI ELEMENTI ELETRONI E PROPRIETA' DEGLI ELEMENTI Le proprietà chimiche degli atomi dipendono: Dal numero atomico Dalla disposizione degli elettroni intorno al nucleo, cioè dalla struttura elettronica.
Glie elettroni sono particelle di carica elettrica negativa e pertanto attratti dal nucleo che porta sempre una carica positiva. Per sapere che si dispongono gli elettroni è utile riferirsi alla forza con cui essi vengono trattenuti in orbita attorno al nucleo La forza di attrazione ELETTRONE - NUCLEO dipende: Dalla carica del nucleo, cioè dal numero di protoni: aumentando il numero atomico (Z) aumenta la forza di attrazione tra il nucleo e ciascun elettrone Z forza di attrazione Dalla distanza tra il nucleo e ciascun elettrone: se questa distanza aumenta, la forza di attrazione del nucleo sull'elettrone diminuisce Distanza forza di attrazione Tolto uno o più elettroni l'atomo perde la sua neutralità e diventa uno ione positivo, perciò l'energia necessaria a questo prende il nome di energia di ionizzazione. Viene chiamata energia di prima ionizzazione (Ei) la quantità di energia che occorre spendere per togliere da un atomo un elettrone, quello legato più debolmente.
In ogni gruppo (gli elementi allineati sulla stessa colonna vengono indicati con il termine generale gruppo) l'energia di ionizzazione tende a diminuire procedendo dall'altro verso il basso. Accade ciò perché via via che ci si sposta verso il basso si incontrano atomi i cui elettroni più esterni sono situati sempre più lontani dal nucleo e questi ultimi sono trattenuti dal nucleo meno fortemente perciò l'energia diminuisce. In ogni periodo (ogni riga orizzontale nella tavola periodica degli elementi viene chiamata periodo) l'energia di ionizzazione tende ad aumentare procedendo da destra verso sinistra. Ciò accade perché lungo un periodo gli atomi aumentano progressivamente la loro carica nucleare mentre gli elettroni esterni si dispongono sempre nello stesso livello. La tendenza di un atomo ad acquistare un elettrone è espressa da una proprietà chiamata affinità elettronica. È chiamata affinità elettronica (Ae) la quantità di energia che viene scambiata quando si aggiunge un elettrone ad un atomo. Considerando la posizione degli elementi nella tavola periodica, la grandezza degli atomi varia in modo abbastanza regolare: per gli elementi dello stesso gruppo sono più grandi man mano che si scende; per gli elementi di uno stesso periodo le dimensioni degli atomi diminuiscono da sinistra verso destra.