I miscugli e le soluzioni

Appunto inviato da yuzi
/5

Descrizione in campo dela fisica dei miscugli e delle soluzione gli stati di aggregazione in cui essi possono essere e le definizione degli argomenti che da questi dipendono, per esempio le sostanze pure e i criteri di purezza. (file.doc, 4 pag) (0 pagine formato doc)

Scienze della materia I miscugli Soluzioni sature e solubilità -Le soluzioni formate dagli stessi componenti possono presentare proprietà diverse.
-Una soluzione si definisce satura nel momento in cui, ad una certa temperatura la quantità di soluto sciolto nel solvente è la massima possibile -La quantità massima di soluto che si può sciogliere in una determinata quantità di solvente è detta solubilità del materiale -La solubilità del materiale dipende anche dalla temperatura del solvente. Come separare i componenti di un miscuglio I criteri di purezza Dopo aver visto come fare per dividere i vari componenti di un miscuglio, tramite i criteri di purezza possiamo capire se gli elementi ottenuti sono sostanze pure o se sono se sono ancora miscugli, anche se meno complessi di quelli originari. In base alle conoscenze che possediamo questi criteri sono si basano su: -la temperatura di fusione e di solidificazione -la temperatura di ebollizione e di condensazione -la densità e il cromatogramma Temperature di fusione e di ebollizione Una sostanza pura fonde e bolle a temperature precise, i miscugli invece presentano temperature di ebollizione e di fusione che variano con intervalli più o meno ampi.
Densità Una sostanza pura presenta un determinato valore di densità, un miscuglio invece presenta un valore di densità intermedio tra quelli dei diversi componenti. Il valore di densità di miscugli, formati dai medesimi componenti, dipende dalle quantità dei singoli componenti in ognuno di essi. Cromatogramma Una sostanza pura si muove ad una certa velocità in una determinata colonna cromatografia. Gli elementi: le sostanze pure più semplici Un composto è una sostanza pura scindibile in sostanze pure ancora più semplici come per esempio l'acqua, che è scindibile in due molecole di idrogeno e una di ossigeno. L'elemento è una sostanza pura e non scindibile in altre più semplici. Entrambi (composti ed elementi) sono sostanze pure perché hanno densità, una velocità e una temperatura di fusione e di ebollizione sempre costanti e che possono quindi essere riconosciuti in un cromatogramma. MISCUGLI Un miscuglio o miscela è un materiale composto di più elementi MISCUGLI ETEROGENEI Miscugli nei quali è possibile individuare gli elementi che lo compongono tramite i sensi o al microscopio MISCUGLI OMOGENEI (SOLUZIONI) Miscugli nei quali non si riesce ad individuare i vari elementi neppure con l'uso del microscopio perché il materiale presenta un aspetto uniforme per forma e colore come l'acqua o l'aria. SOLUZIONI LIQUIDE Si ottengono sciogliendo in un liquido (solvente) altri liquidi, solidi o gas, le soluzioni liquide sono le più diffuse SOLUZIONI SOLIDE Si ottengono sciogliendo in un solido un altro solido. Le miscele in cui almeno uno dei componenti è il metallo vengono chiamate leghe metalliche SOLUZIONI GASSOSE Soluzione che presentano un gas miscelato con altri gas. I gas si uniscono facilmente poiché si disperdono facilmente gli uni negli altri. Metodi Meccanic