plastica

Appunto inviato da minico87
/5

Appunti sulla plastica e tutto quello ad esso inerente (3 pagine formato doc)

Plastica Plastica La plastica è una sostanza organica, come il legno, la carta e la lana.
Nasce da risorse naturali: prevalentemente carbone, sale comune, gas e soprattutto petrolio, di cui la produzione mondiale di materie plastiche assorbe circa il 4% annuo. Le materie plastiche sono dunque sostanze costituite da polimeri ad alto peso molecolare, forgiabili nelle forme volute mediante riscaldamento e compressione I POLIMERI si dividono in: I polimeri di sintesi o resine sintetiche costituiscono il gruppo più importante, e sono ottenuti attraverso processi di sintesi, partendo da composti organici molto semplici ricavati dal petrolio o dal carbon fossile. I polimeri naturali sono composti in modo naturale.
Tra i più importanti troviamo la cellulosa, la cera e il caucciù I polimeri di sintesi si formano per unione di molecole semplici di uno o più tipi, dette monomeri, che sottoposte a particolari reazioni chimiche, e in determinate condizioni di temperatura, irraggiamento etc., si legano tra loro formando catene stabili che danno luogo a grandi molecole, dette appunto polimeri. POLIMERIZZAZIONE PER CONDENSAZIONE Il polimero finale si ottiene in un'unica fase della mutua reazione di almeno due tipi di monomeri appartenenti a famiglie chimiche diverse POLIMERIZZAZIONE PER ADDIZIONE Il polimero finale si ottiene attraverso una graduale aggregazione, realizzata in più fasi, di monomeri di natura diversa I POLIMERI NATURALI Tra i polimeri naturali il più comune è la cellulosa, la cui struttura è costituita da uno zucchero semplice, il glucosio. Di questa sostanza vengono scelte le fibre più lunghe e regolari che, immerse in soda caustica, si trasformano in alcali-cellulosa. Quest'ultima, opportunamente trattata, diventa viscosa, come un liquido vischioso con il quale si producono fili o fogli sottili. La cellulosa, reagendo con altre sostanze chimiche, permette di ottenere diversi prodotti come la nitrocellulosa e l'acetato di cellulosa. La storia delle materie plastiche 1835 H. Regnault ottiene la prima sostanza basata sul principio della polimerizzazione: il PVC. 1846 Lo svizzero Frederick Schoenbein isola il primo polimero artificiale, il nitrato di cellulosa, un composto chimico che imita l'ambra. 1862 due industriali americani mettono in palio 10.000 dollari per chi avesse trovato un sostituto dell'avorio nella fabbricazione delle palle da biliardo, allora molto costose e non sempre perfettamente sferiche. Li vince Alexander Parkes che sintetizza la nitrocellulosa (nitrato di cellulosa più canfora), simile all'avorio, a cui dà il nome di Parkesina. 1869 un tipografo di New York, John W. Hyatt (in foto) mescolando insieme la Parkesina e la canfora, inventa la celluloide. 1889George Eastman utilizza la celluloide per produrre pellicole fotografiche. 1909 Leo H. Baekeland, utilizzando prodotti sintetici (fenolo e formaldeide) ricavati dalla distillazione del carbone, crea la bachelite: è la prima vera plastica. 1920 Nasce la fòrmica, laminato plas