Relazione di laboratorio sulla titolazione acido forte-base debole

Appunto inviato da gabbopoz
/5

la titolazione acido forte-base debole (nello specifico, HCl ed Na2CO3), comprendente la spiegazione teorica sottesa all'esperimento e lo svolgimento dei calcoli effettuati (3 pagine formato doc)

Relazione di laboratorio sulla titolazione acido forte-base debole - Procedimento.
Pesare accuratamente circa 1,5 g (ma segnare quanto pesato) di Na2CO3 e scioglierli in acqua distillata (circa 100 mL) in un becker.
Aggiungere 2-3 gocce di metilarancio, che servirà da indicatore.
Caricare in una buretta la soluzione acquosa di HCl 2N del reagentario (50 mL), da preparare diluendo opportunamente l'HCl concentrato (36%) del reagentario e farla gocciolare lentamente nel becker contenente la soluzione di carbonato, agitando con una bacchetta di vetro, fino a viraggio dell'indicatore (il colore passa dal giallo a un colore arancio rosato). Leggere sulla buretta il volume di acido utilizzato ed elaborare i dati raccolti.

Leggi anche Relazione di laboratorio sul loduro di piombo

Prelevando 1,50 g di Na2CO3 sono state prese 0.014 mol di tale composto, infatti la massa molare del carbonato di sodio è 106 g/mol, quindi il numero di moli contenute nella massa prelevata è pari a (1,50 g)/(106 g/mol) = 0.014 mol.


In seguito è stato chiesto di preparare 50 ml di una soluzione 2 N di HCl, essendo l’acido cloridrico monoprotico, ciò equivale a considerare una soluzione 2 molare di tale acido. Per fare ciò bisogna considerare il numero di moli di acido che risulteranno effettivamente presenti nei 50 ml di soluzione, ossia (2 mol/L)*(50 ml) = 0,1 mol di HCl.

Leggi anche Relazione di laboratorio sulla legge di Hooke