Proprietà delle soluzioni, chimica

Appunto inviato da salvatoretartaglia
/5

descrizione dello stato liquido, stato solido, soluzioni e proprietà delle soluzioni: concetti e modelli (2 pagine formato doc)

PROPRIETA' DELLE SOLUZIONI CHIMICA

STATO LIQUIDO: Un liquido non ha una forma propria, ma ha la forma del recipiente che lo contiene; ha però volume proprio; una sostanza può essere portata dallo stato aeriforme allo stato liquido e nei gas qst.

Fenomeno si kiama Liquefazione, nei vapori Condensazione e nei solidi Fusione. Evaporazione: Il passaggio dallo stato liquido allo stato di vapore, al di sotto della temperatura di ebollizione, un vapore in equilibrio con il suo liquido è detto Vapore Saturo. La pressione di vapore di un liquido aumenta all’aumentare della temperatura e diminuisce all’aumentare del peso molecolare e della forza dei legami.
Ebollizione: Un liquido bolle quando la sua pressione di vapore raggiunge il valore della pressione esterna.

Proprietà delle soluzioni chimiche, appunti


DEFINIZIONE: SOLUZIONE CHIMICA

STATO SOLIDO: I solidi hanno forma e volume e stanno in continuo movimento, qst movimento è riamato moti vibrazionali. Il passaggio dallo stato liquido a quello solido viene definito, solidificazione, mentre il passaggio dallo stato solido a quello liquido viene definito fusione. I solidi cristallini sono caratterizzati da particelle disposte con un preciso ordine geometrico, si distinguono i solidi amorfi dove è presente una irregolarità delle particelle. I solidi covalenti costituiti da atomi uniti tra loro da legami covalenti (Diamante; Grafite) temperatura di fusione alta, e non conducono la corrente elettrica. I solidi ionici hanno gli ioni ai vertici del reticolo cristallino, non conducono corrente elettrica  e hanno alta temperatura di fusione. I solidi molecolari ai vertici del reticolo cristallino vi sono le molecole, bassa temperatura di fusione. I solidi metallici, ai vertici del reticolo sono presenti ioni positivi immersi in una nube di elettroni, elevatissime conducibilità elettrica.

Le proprietà delle soluzioni, appunti


SOLUZIONI CHIMICA: FORMULE

I solidi macromolecolari costituiti da grandi molecole. I solidi Amorfi per esempio il vetro, aumentando la temperatura si rompono i legami e il solido amorfo diventa sempre più pastoso e infine si fonde. La malleabilità capacità dei solidi di lasciarsi ridurre in fogli sottili, duttilità capacità dei solidi di lasciarsi ridurre in fili sottili, durezza capacità di non farsi portare via particelle dalla propria superficie. Calore specifico la quantità di calore che bisogna fornire a un grammo della sostanza per aumentare la sua temperatura di un grado centigrado. Calore latente di fusione la quantità di calore che bisogna fornire a un grammo di un solido alla temperatura di fusione per farlo fondere. Calore latente di vaporizzazione la quantità di calore che bisogna fornire a un grammo di liquido alla temperatura di ebollizione per farlo passare allo stato di vapore. Entalpia di fusione il calore assorbito dal corpo che fonde durante la stasi termica, il calore rilasciato da un corpo quando solidifica prende il nome di Entalpia di Solidificazione. Distillazione è il processo che permette di separare i componenti di una miscela liquida.

Le soluzioni chimiche: appunti


SOLUZIONI CHIMICA: CONCETTI E MODELLI

LE SOLUZIONI: Una soluzione è una miscela omogenea del tutto uniforme a livello macroscopio, formata da due o più sostanze e che presenta le stesse proprietà in ogni parte. Entropia è la misura del grado di disordine, tutti i sistemi tendono spontaneamente ad aumentare la loro entropia. Il solvente è più abbondante il soluto è meno abbondante mentre la solubilità la quantità massima di una sostanza che si può disciogliere in un'altra. I gas sono miscibili tra loro completamente e in qualunque proporzione e danno sempre soluzioni omogenee.