Le sostanze chimiche

Appunto inviato da ilsupremo
/5

Le sostanze chimiche : le sostanze pure, elementi composti, diffusione degli elementi chimici, nomi e simboli degli elementi chimici, metalli, non metalli e semimetalli, le particelle minime, le formule chimiche. (5 pag., formato word) (0 pagine formato doc)

LE SOSTANZE LE SOSTANZE 1.
LE SOSTANZE PURE I metodi per separare i componenti di una miscela, si basano tutti su trasformazioni fisiche ? In una trasformazione fisica la materia può cambiare forma, aspetto o stato fisico, ma non cambia la sua identità chimica (costituzione) Una sostanza pura è costituita da un campione di materia che non può essere separato in sostanze più semplici attraverso trasformazioni fisiche. Una sostanza pura ha la caratteristica di avere: una composizione definita e costante proprietà fisiche e chimiche definite e costanti, indipendentemente dal modo in cui essa è stata ottenuta. PROPRIETÀ FISICHE Le proprietà fisiche di una sostanza sono caratteristiche che possono essere osservate senza modificare la sua identità chimica.
Sono stato fisico, colore, odore, densità, punto di fusione e punto di ebollizione. Le trasformazioni fisiche sono quelle in cui le sostanze cambiano le loro proprietà fisiche, mentre la loro composizione chimica rimane costante. Alcuni esempi sono: ebollizione dell'acqua fusione del ghiaccio sublimazione dello iodio PROPRIETÀ CHIMICHE Le proprietà chimiche di una sostanza sono fondamentalmente quelle relative alla sua capacità di dar luogo a reazioni chimiche (durante le quali si trasforma in una o più sostanze differenti) ? procedimento nel corso del quale una o più sostanze modificano la loro composizione chimica tramutandosi in una o più sostanze differenti. Alcuni esempi di reazioni chimiche sono: combustione del carbone o del metano corrosione del marmo col limone formazione di ruggine 2. ELEMENTI E COMPOSTI Scaldiamo una provetta contenente una piccola quantità di ossido di mercurio. Si osserva che non si ha la fusione del solido, ma lo sviluppo di un gas e la formazione di goccioline dall'aspetto metallico sulle pareti fredde della provetta L'ossido di mercurio si è decomposto in nuove sostanze: l'ossigeno e il mercurio. Questa reazione chimica si chiama DECOMPOSIZIONE TERMICA e si rappresenta nel seguente modo: CALORE OSSIDO DI MERCURIO ======> ossigeno + mercurio I prodotti della reazione non si possono ulteriormente decomporre e sono quindi corpi semplici o elementi Questo apparecchio si chiama voltametro. Nel recipiente sono immersi due elettrodi (bacchette di carbone) che si collegano con una sorgente di corrente continua. Il voltame- tro consente di decomporre l'acqua nei suoi costituenti, idrogeno e ossigeno gassosi attraverso l'azione della cor- rente elettrica: questo proce- dimento si chiama ELETTROLISI energia elettrica ACQUA============> idrogeno + ossigeno Da queste due esperienze possiamo concludere che le sostanze pubbliche si possono dividere in due gruppi: Composti = sostanze pure che, sottoposte a particolari trattamenti chimici, si possono decomporre in due o più sostanze più semplici. Elemento = sostanze pure che non possono essere decomposte in sostanze più semplici, qualunque sia il trattamento chimico a cui vengano sottoposte. 3. LA DIFFUSIONE DEGLI ELEMENTI CHIMICI Gl