Standardizzazione dell'acido cloridrico con carbonato di sodio

Appunto inviato da dechina
/5

Relazione di esperienza di laboratorio (2 pagine formato doc)

Standardizzazione dell’HCl con Na2CO3 Materiali: - bilancia tecnica - beuta da 250 ml - cartina da pesata - Na2CO3 in polvere - bromo cresolo (indicatore) - acqua distillata - Buretta da 25 ml - HCl circa 0,1 N - calcolatrice Prerequisiti: Per effettuare la titolazione dell’ acido cloridrico (HCl) ci serviremo di un acido-base utilizzato nei laboratori di analisi per “standardizzare”, ovvero per trovare le esatte concentrazioni delle soluzioni.
Nel nostro caso, in cui la soluzione è di HCl, utilizzeremo il carbonato di sodio (Na2CO3), chiamato anche standard primario. Gli standard primari sono infatti quelle categorie di sostanze utilizzate per le standardizzazioni.
Durante una titolazione semplice infatti, viene spesso effettuata una serie di passaggi molto lunghi che può portare a degli errori: se si vuole ottenere un risultato preciso è necessario quindi standardizzare la soluzione con uno standard primario. Sapendo che la nostra soluzione di HCl è circa 0,1 N (circa in quanto formato da avanzi di altri esperimenti) noi dovremo determinare l’esatta concentrazione di questo acido.