I vasi comunicanti

Appunto inviato da supermegamazzo
/5

Relazione di chimica sui vasi comunicanti.(formato word pg 1) (0 pagine formato doc)

GANDOLFI MARCO RELAZIONE DI LABORATORIO N°14 I VASI COMUNICANTI I vasi comunicanti sono dei vasi di vetro collegati tra loro alla base.
Nei vasi comunicanti, se si versa dell'acqua o dell'alcool in uno di essi, il liquido raggiunge lo stesso livello in tutti i vasi anche se sono di forma e dimensioni diverse tra loro. Questo ci fa capire che la pressione non dipende dal volume del liquido, bensì dalla profondità e dal peso specifico della sostanza. Infatti anche se si inclinano il livello del liquido non varia e rimane lo stesso in tutti i vasi. I vasi capillari I vasi capillari sono un'eccezione perché in essi se si versa del liquido, esso non raggiunge lo stesso livello in tutti i rami. Questi vasi capillari sono collegati alla base come i vasi comunicanti, solo che la sezione di essi è piccolissima, così i liquidi affini al vetro bagnano le pareti e vincono la forza di gravità; quindi nei rami di sezione più piccola il livello del liquido è maggiore rispetto al livello dei rami di sezione più grande.
L'esperienza di Stevino Abbiamo preso un cilindro con dei fori posti verticalmente e, tenendoli chiusi lo abbiamo riempito d'acqua. Aprendo i fori l'acqua zampillava più intensamente dai fori posti in basso, questo testimonia che la pressione idrostatica aumenta con la profondità. Se nel cilindro vi era un liquido con densità minore dell'acqua, allora gli zampilli sarebbero stati tutti di intensità minore. Da questo capiamo che la pressione dovuta al peso di un fluido dipende dal suo peso specifico e cresce con la profondità del fluido stesso.