Ippocrate tra medicina e religione

Appunto inviato da caposcelto
/5

Appunti su Ippocrate tra medicina e religione, ottimo spunto per una tesina (4 pagine formato doc)

IPPOCRATE: MEDICINA E RELIGIONE

Ippocrate.

Antica medicina tra gli scritti del Corpus hippocraticum, testi in lingua greca attribuiti ad Ippocrate, è forse quello che pone in evidenza maggiormente grandi differenze di valutazione tra età antica, dei suoi contemporanei e età moderna.
Dallo stile insolitamente accurato e dall’uso di abili forme retoriche possiamo azzardare che il testo fosse destinato a un’esposizione pubblica, a una conferenza intellettuale di colti, medici e filosofi.
Una seconda classe degli scritti del Corpus è invece destinata a un pubblico non solo di medici ed è solitamente caratterizzata da uno stile retorico di tipo gorgiano che pone tramite la lettura un ponte ideologico tra la professione e la città, città, interessata più alle tesi sostenute e alla retorica che allo scopo terapeutico.
Il suo stile metodologico ed empirico è molto apprezzato e condiviso da Platone, il quale nel Fedro ne fa larga menzione e secondo il metodo di Ippocrate sempre nel Fedro costruisce la mappa dei rapporti dialettici tra tipi di discorso e tipi di anime.

Il giuramento di Ippocrate: tema

IPPOCRATE, CORPUS HIPPOCRATIUM

Ma è proprio il suo empirismo estremo che impedì all’opera del corpus di emergere in contrasto con opere di autori contemporanei come La natura dell’uomo e Regime di Galeno; inoltre, a causa di fortunose coincidenze storiche come la peste di Atene, Ippocrate dovette affrontare il fallimento pratico della sua medicina.
È dai tempi più antichi che la medicina è esercitata come una professione speciale, i medici erano dei colti che praticavano la loro arte o technè allo scopo di lucro.
Dato che però la epidemie e le malattie erano interpretate come punizioni e azioni divine, i medici fondevano la pratica medica con quella religiosa, l’ufficio del medico si confondeva e scemava in quello del sacerdote.
Sorsero degli edifici votivi nei pressi del tempio ove gli infermi e i medici stessi offrivano sacrifici e doni agli dei al fine di trovare rimedi per la malattia; le prime cure consistevano in preghiere e terapie igienico-sanitarie come digiuni, salassi, bagni termali e frizioni oleose che non erano del tutto prive di efficacia anzi, tramite la giustificazione divina della terapia le si dava fondamento e fiducia.

IPPOCRATE RELIGIONE

Per quale motivo secondo la dottrina cristiana è buon uso mangiare pesce il venerdì? Semplicemente perché all’interno di una dieta varia e completa si notò che il pesce era utile se non essenziale.
(La riflessione proposta è totalmente fuori dal contesto storico precedente ma costituisce comunque un ottimo esempio a supporto della mia tesi).
Per questi motiv la dottrina empiristica e pragmatica di Ippocrate apparì innovativa e rivoluzionaria (fin troppo per l’epoca).


Ma la sua struttura ragionativa e deduttiva le permette di accedere a una revisione moderna ‘800 più profonda e apprezzabile.
Sebbene Ippocrate rifiuta lo scopo propagandistico la finalità della composizione è di informare, diffondere e rivendicare l’autonomia culturale e professionale della medicina legata allo studio della dietetica, difendendo in questo modo il suo metodo logico-ragionativo dalle filosofie del “riduzionismo” il cui più grande esponente è Empedocle. Rimane d’obbligo però un’analisi attenta della materia che presenta comunque ed inevitabilmente delle lacune spesso contraddittorie.