Confronto tra la poetica e i sonetti di Dante e Petrarca

Appunto inviato da athanatos
/5

Dante e Petrarca a confronto sulla poetica e sui sonetti (1 pagine formato doc)

DANTE E PETRARCA

Nei due sonetti lo spirito dei poeti viene innalzato da una forza verso il Paradiso in cui si trovano le anime delle due donne amate: Beatrice e Laura.

Per entrambi i poeti la forza che permette il viaggio proviene direttamente da loro stessi, è frutto delle loro menti: è un pensiero che solleva Petrarca, un nuovo “ingegno” che eleva Dante. Diverso è il luogo in cui si trovano le anime delle amate: Beatrice viene posta da Dante nell’Empireo, il cielo più vicino a Dio in cui si trovano i beati; Laura viene posta nel terzo cielo, il cielo di Venere, in cui si trovano gli innamorati.
Questo risponde alla diversa considerazione che i due poeti avevano delle proprie amate: per Dante Beatrice è vicina più ad una creatura di origine divina, angelica, che ad una figura umana; Laura invece è per Petrarca sì un dono del cielo per bellezza e virtù, ma è anche estremamente terrena e concreta per i sentimenti, gli atteggiamenti che le sono propri; non a caso quindi è posta nel cielo degli innamorati.

Dante e Petrarca a confronto: riassunto

DANTE E PETRARCA A CONFRONTO

E questa diversa considerazione può essere letta anche dall’atteggiamento dei due poeti di fronte agli spiriti delle amate: Dante è colto da uno stupore contemplativo che gli impedisce di andare oltre la visione della luce che avvolge Beatrice e che gli impedisce di fatto di riconoscerla con certezza; Petrarca invece viene avvicinato dall’amata, preso per mano e confortato con parole “pietose e caste”.