Il primo libro di antropologia

Appunto inviato da dancemylife
/5

Riassunto del libro di testo di demoetnoantropologia (25 pagine formato )

Capitolo I: La valigetta dell'antropologo
1.       Attrezzi vari
Letteralmente "antropologia" significa "studio dell'uomo", ma è meglio dire "studio degli uomini", il suo essere parte di un gruppo di individui con cui intrattiene relazioni di vario genere (affettive, parentali, sessuali, di vicinato, commerciali, politiche...), che diventano l'oggetto di studio dell'antropologia, la "cultura".
Ogni gesto, ogni parola, ogni regola vengono compresi da un determinato gruppo di persone in quanto condivisi.


SGUARDO INTRODUTTIVO ALL'ANTROPOLOGIA (Clicca qui >>)

Sir Edward Tylor, nel 1871, dice: La cultura, presa nel suo significato etnografico più ampio, è quell'insieme che include conoscenze, credenze, arte, morale, legge, costume e ogni altra capacità e usanza acquisita dall'uomo come appartenente a una società. Ruth Benedict dice: La cultura è ciò che tiene insieme gli uomini.

L'ANTROPOLOGIA NEL CORSO DEI SECOLI (Clicca qui >>)

Tutte le varie categorie della vita dell'uomo sono apparentemente a sé stanti, ma nella mente degli individui queste espressioni sono spesso inevitabilmente connesse a qualche livello. I diversi modi di organizzare la società, la vita quotidiana, le differenti cognizioni del mondo circostante rispondono di volta in volta a esigenze e processi storici particolari, che rimandano e danno vita a una rete di simboli, che non può essere percepita osservandone solo una maglia: lo studio dev'essere olistico e totalizzante, tenendone conto dei vari elementi di una società e di una cultura.