Fase integrativa dell'efficacia

Appunto inviato da nausicaa5675
/5

Trascrizione delle lezioni di diritto amministrativo su: partecipazione al procedimento, fase integrativa dell'efficacia del procedimento amministrativo (5 pagine formato doc)

Ci  occuperemo dell’ultimo comma del’eliminato avviso di avvio di procedimento: Questa norma, come vi ho detto, reca  una disciplina che noi rintracciamo  nel codice di procedura civile o comunque nelle norme processualistiche.  L’esame dell’articolo 21 octies credo che ci offra lo spunto per occuparci della tutela  nel procedimento dei cosiddetti interessi procedimentali.
Gli interessi procedimentali sono degli interessi legittimi che si estrinsecano nella  pretesa di adempimenti o prestazioni  da parte dell’amministrazione di natura procedurale, per es. è certamente interesse procedimentale quello relativo alla ricezione dell’avviso di avvio del procedimento.


INTRODUZIONE AL DIRITTO AMMINISTRATIVO >>

Questi  interessi procedimentali si distinguerebbero dagli interessi legittimi sostanziali cioè quelli interessi in cui la pretesa del titolare è relativa ad un bene della vita. Per nostra informazione dobbiamo sapere che secondo alcuni gli interessi legittimi procedimentali e gli interessi legittimi sostanziali sarebbero due distinte specie di situazioni giuridiche soggettive, secondo altri invece l’ interesse legittimo sarebbe una situazione soggettiva unitaria complessa che conterrebbe sia l’una che l’altra specie di pretesa. Quello che a noi interessa sapere è che la lesione in sé e per sé dell’interesse procedimentale non determina l’invalidità dell’atto amministrativo emesso alla fine del procedimento a meno che questa lesione dell’interesse procedimentale non determini la lesione dell’interesse sostanziale.

DIRITTO AMMINISTRATIVO: DISPENSE >>

Per esempio il privato interessato deposita nel procedimento una memoria, d a questa operazione scaturisce secondo l’art. 10 della 241 l’obbligo della amministrazione di esaminarla per accettare se è congrua, cioè se è pertinente rispetto all’oggetto di cui si sta trattando ed eventualmente di accertare i fatti indicati dal privato nella memoria e comunque di tenerne conto e di motivare su di essa.