La società semplice

Appunto inviato da baby89mi
/5

Natura e costituzione della società semplice (5 pagine formato doc)

La società semplice: natura e costituzione Società semplice: - primo tipo di società disciplinato dal codice civile - disciplina semplificata - unico tipo di società non commerciale => attività agricola - non soggetta allo statuto dell’imprenditore commerciale - figura non molto frequente=> imprese agricole > imprese commerciali la disciplina della società semplice, presenta una notevole importanza sul piano giuridico in quanto: - è il modello generale di tutte le società di persone la cui disciplina è formata da alcune norme specifiche relative al tipo particolare di società - si applica ai rapporti tra i terzi e le società irregolari, cioè tutte le società di persone che, non sono state iscritte nel registro generale delle imprese Una società semplice si costituisce con un contratto, o atto costitutivo, con il quale due o più persone dichiarano di volere esercitare un’attività economica in comune allo scopo di dividerne gli utili(art.
2247).
Solitamente l’atto costitutivo di una s.s. non richiede una forma particolar; tuttavia se la legge richiede una forma essenziale per il trasferimento di alcuni beni conferiti dai soci, la stessa forma è necessaria anche, a pena di nullità, per il contratto sociale(art. 2251). Di regola, una s.s. si può costituire anche verbalmente, con un accordo verbale tra i soci, o tacitamente, quando due o più persone esercitano insieme un’attività economica dividendosi eventuali utili o perdite. Durante la vita di una società possono essere opportune alcune modificazioni delle clausole contenute nel contratto sociale. Di regola il contratto sociale di una s.s. può essere modificato soltanto all’unanimità, cioè con il consenso di tutti i soci; nello stesso contratto i soci possono prevedere che l’atto costitutivo sia modificabile a maggioranza (art. 2252). Il rapporto tra i soci Dal contratto sociale deriva l’obbligo fondamentale, di eseguire un conferimento di beni o di servizi a favore della società (art. 2253). Tuttavia, nell’atto costitutivo i conferimenti iniziali dei soci possono anche non essere determinati, in questo caso si presume che i soci siano obbligati a conferire in parti uguali tra loro quando è necessario per il conseguimento dell’oggetto sociale(art. 2253); una società semplice quindi, può essere costituita anche senza un vero e proprio patrimonio sociale. Solitamente il conferimento di un socio è costituito da una somma di denaro, che è destinata a essere utilizzata per svolgere in comune l’attività sociale( acquistare materie prime o attrezzature, affittare un terreno ecc). Il conferimento può consistere anche in un credito, cioè nel diritto di ottenere una prestazione da un’altra persona; in questo caso il socio deve garantire alla società l’esistenza del credito e la solvibilità del debitore (art. 2255). Il conferimento di un socio può avere come oggetto anche io o più beni in natura, in questo caso è necessario distinguere a seconda che il conferimento sia in proprietà o in godime