Costituzione Italiana: definizione

Appunto inviato da brunofrancesca1994
/5

Riassunto che spiega cos'è la Costituzione Italiana, quali sono le caratteristiche e le sue teorie principali (2 pagine formato doc)

COSTITUZIONE ITALIANA: DEFINIZIONE

La Costituzione: definizione e teorie - LA COSTITUZIONE.

Che cos’è la Costituzione? Una delle teorie che rispondono a questo quesito è “La teoria normativa della Costituzione”, che la definisce come l’insieme di norme giuridiche (regole di comportamento umano) stabilite da chi ne ha l’autorità giuridica per meglio gestire la pacifica convivenza tra gli individui. Sono le norme fondamentali dello Stato e questa teoria potrebbe anche essere estesa anche all’Unione europea.
Una seconda teoria è quella della costituzione in senso materiale (o istituzionale) che fu supportata in Italia soprattutto da Santi Romano (allievo di Vittorio Emanuele Orlando), il quale scrisse un libro dal titolo “L’ordinamento giuridico” che venne pubblicato in due puntate (1917-18).
Alla domanda “che cos’è il diritto?” Romano risponde che “il diritto è istituzione”. Se noi pensassimo che il diritto si esaurisce con le norme ci sfugge un passaggio molto importante: come sono nate le norme? Egli idealizza una teoria dinamica del diritto andando alla genesi primaria del fenomeno giuridico (ubi societas, ibi ius). Una istituzione è un corpo sociale organizzato dove c’è il diritto.

Cos'è la Costituzione Italiana: spiegazione

COSTITUZIONE ITALIANA: DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE

Con il termine “organizzato” s’intende relativamente stabile, destinato a durare nel tempo, tanto da soddisfare i fini dell’istituzione. Un corpo sociale non organizzato o non diffuso non è una istituzione ma un gruppo occasionale di persone p.es. la mafia è una vera e propria istituzione. TESI CONTRADDITTORIA: Per il vizio logico, la parola “organizzato” porta ad un reversus ad infinitum. La teoria del Mortati, secondo cui la Costituzione è l’insieme dei partiti e dei fini politici che questi perseguono, è l’assetto fondamentale del gruppo sociale (Stato) all’interno del quale nascono le peculiari norme.
Come nasce la Costituzione? Lotta fisica in un particolare momento storico in un paese da parte delle forze politiche (rivoluzionarie) che vogliono abbattere le forze politiche dominanti. Se quelle rivoluzionarie vengono sconfitte subiscono una “tosta” pena; se, invece, trionfano diventano a loro volta dominanti ed il loro primo passo sarà redigere una nuova Costituzione. Esistendo molte ideologie politiche diverse, spesso si deve giungere ad un compromesso (Costituzione convenzionale) p.es. art.3 Cost. (principio di uguaglianza).

Costituzione Italiana: definizioni

COSTITUZIONE ITALIANA: COS'E'

C’è anche la possibilità che nel corso degli anni la Costituzione materiale possa allontanarsi dalla Costituzione in senso formale. Con il tempo emergono nuovi bisogni, nascono nuovi diritti e doveri (p.es. internet ed identità genetica). A questo punto le forze politiche perseguono nuovi fini. Se c’è un divario tra le due Costituzioni è necessario farle collimare:1) adeguando la costituzione formale a quella materiale; 2) modificando la costituzione materiale per adeguarla a quella formale. IN CASO DI NON CONVERGENZA SI CONSIDERA COMUNQUE QUELLA MATERIALE.
PROBLEMA ATTUALE: Mettere i politici con le spalle al muro (in fase legislativa) per non far loro violare i principi della Costituzione. Bisogna rendere più dettagliati e meno duttili gli enunciati linguistici costituzionali.
Piero Calamandrei “Nucleo duro della Costituzione”.