I diritti inviolabili dell'uomo

Appunto inviato da chiaramariamanfredi76
/5

Appunto sui diritti inviolabili dell'uomo, art. 3, libertà negative, diritti sociali, art. 13, limiti libertà personali (8 pagine formato doc)

È un importante corollario del principio di uguaglianza, elaborato dalla Corte Costituzionale sulla scia di analogo principio elaborato dalla giurisprudenza anglosassone che introduce “un vincolo di coerenza ai contenuti della legislazione”, in quanto esige che tutte le disposizioni normative siano adeguate o congruenti rispetto al fine perseguito dal legislatore: così deve considerarsi ragionevole una legge a favore della maternità in quanto, anche se crea un privilegio a favore della donna, lo fa unicamente in relazione al ruolo naturale di madre che solo la donna può assumere.
Si ha, invece, violazione della “ragionevolezza” solo quando un trattamento discriminatorio sia in contraddizione con il pubblico interesse perseguito.
Il principio in esame costituisce dunque un limite al potere decisionale del legislatore, che ne impedisce un esercizio arbitrario.

RELAZIONE SUI DIRITTI DELL'UOMO E IL NAZISMO (Clicca qui >>)


I DIRITTI INVIOLABILI DELL’UOMO
Art 2 “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”.
L’art 2 stabilisce, nella prima parte, che “ la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità”. I DIRITTI INVIOLABILI sono le posizioni giuridiche della persona considerate essenziali, in quanto innate nella natura umana e che caratterizzano la forma dello Stato democratico.

APPUNTO SULLA TUTELA E IL RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI UMANI (Clicca qui >>)


Questi diritti sono riconosciuti all’uomo:
- sia come SINGOLO: tali sono il diritto al nome, all’onore (diritti di personalità), alla libera manifestazione del proprio pensiero
- sia come MEMBRO DI FORMAZIONI SOCIALI: come, ad esempio, il diritto di associazione e di riunione e tutti i diritti relativi alle attività svolte dalle associazioni (culturali, sportive, politiche ecc). Le FORMAZIONI SOCIALI i cd corpi intermedi, cioè famiglia, partiti politici, sindacati, società ecc, costituiscono il train d’union tra le istituzioni ed il cittadino e rendono possibile lo sviluppo della persona umana e la sua partecipazione alla vita sociale, politica ed economica del Paese.

TEMA SUI DIRITTI UMANI (Clicca qui >>)