Diritto dei servizi sociali

Appunto inviato da enrico138
/5

Appunti di diritto dei servizi sociali (9 pagine formato doc)

La settorializzazione delle politiche sociali e le distorsioni del sistema

L'adozione della legge n.
328/2000 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" costituisce una tappa di rilevante importanza nel nostro ordinamento per almeno due motivi. 
In primo luogo perchp prende forma una legislazione nazionale organica sul tema. In secondo luogo perchè essa, recependo indicazioni provenienti dalla dottrina e dal mondo politico-istituzionale, individua la famiglia nel suo complesso quale soggetto di politiche sociale.


Nonostante le indicazioni della Corte costituzionale, sino alle legge 328/2000 le politiche dei servizi sociali destinate al nucleo familiare sono state l'esito spesso involontario di decisioni che non riguardavano in primo luogo le relazioni familiari: esito, quindi, di politiche previdenziali, fiscali, della scuola, dela lavoro e cosi via.
In assenza di obbiettivi espliciti e condivisi la successiva stratificazione e le logiche eterogenee entro cui si è costituito lo Stato sociale italiano hanno disegnato una politica della famiglia fortemente riduttiva degli ambiti di intervento.
Nel nostro paese questo fenomeno si è accompèagnato ad almeno altri tre: 
1. l'assenza di una politica per le famiglie
2. l'aver relegato ad una dimensione quasi meta-politica il presupposto della solidarietà familiare quale fondamento delle politiche stesse
3. non aver formulato un quadro di riferimento unitario di principi, obiettivi e strumenti per l'attuazione di un sistema assistenziale connotato da caratteristiche comuni su tutto il territorio nazionale (cosa che ha prodotto squilibri territoriali, specie tra Nord e Sud)


2. L'evoluzione del concetto di servizio sociale: dalla Costituzione repubblicana alla legge quadro n.328/200

art.31: La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose. Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo


.