La legge Biagi

Appunto inviato da nausicaa5675
/5

Panoramica generale sulla legge Biagi e le innovazione da essa introdotte al regime previgente. (7 pagine formato doc)

Finalmente arriviamo alla benedetta legge Biagi.
Nel 2003 viene ad essere approvata il decreto legislativo 10 settembre 2003 n. 276 in cui vengono ad essere attuate le deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro disposta con la legge 14 febbraio 2003 n. 30.

NOTE SULLA LEGGE BIAGI (Clicca qui >>)


Questa legge stessa è stata determinata dalla esigenza di rendere flessibile il mercato del lavoro.
Cioè fino a questo momento noi avevamo il contratto a tempo indeterminato,il contratto a tempo determinato, il part-time e la somministrazione.

ELEMENTI DI DIRITTO DEL LAVORO (Clicca qui >>)


Poi di fatto, ma non espressamente regolate avevamo le collaborazioni coordinate e continuative senza vincolo di subordinazione, quelle che poi vengono sostituite dalle c.d. partite iva, cioè quelle collaborazioni legate non da vincolo di subordinazione ma allo svolgimento di attività professionali.
Queste erano le tipologie lavorative all'interno delle quali poi vi erano i contratti di formazione del lavoro, il periodo di prova, ma ci muovevamo sempre all'interno di queste tipologie di carattere generale.

LA LEGGE BIAGI (Clicca qui >>)


Emerge l'esigenza nel mercato del lavoro di creare nuove tipologie, c.d.
flessibili e per un verso emerge anche l'esigenza di eliminare quelle prestazioni lavorative che mascherassero rapporti che non erano di lavoro subordinato eludendo le previsioni di legge non solo nel rapporto di lavoro,ma anche con riferimento al mancato versamento dei contributi preferenziali.