Il rapporto di lavoro subordinato

Appunto inviato da beancis
/5

Sintesi del manuale di diritto del lavoro subordinato di Carinci, Tamajo, Tosi e Treu contenente capitolo per capitolo i concetti chiave e facilmente comprensibile (25 pagine formato doc)

  • Definizione generale di subordinazione basata su concetto di eterodetrminazione, distinzione attività/risultato e ripartizione del rischio.
Art. 2094 "E'prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore."

= rapporto di scambio con 2 obbligazioni: attività lavorativa e retribuzione.

Tutte queste nozioni sono ambigue perché possono in un certo modo riferirsi anche al lavoro autonomo.
L'ETERODETERMINAZIONE, cioè la soggezione alle altrui decisioni e direttive può manifestarsi anche in ambito di altri rapporti non subordinati, o può risultare attenuata nell'ambito del rapporto di lavoro subordinato come nel caso dei dirigenti o specialisti.

Nel codice del 1965 il rapporto di lavoro era visto come una specie di locazione. Distinzione tra locatio operarum = OBBLIGAZIONE DI MEZZI i lavoratori assunti devono svolgere lavoro con diligenza ma il rischio cade sul datore.

Locatio operis = OBBLIGAZIONE DI RISULTATO lavoratore indipendente deve eseguire la prestazione e d ottenere risultato adeguato e il rischio ricade su di lui.

METODO SUSSUNTIVO= identità con fattispecie legislativa

METODO TIPOLOGICO= approssimazione alla fattispecie legislativa
.