Il lavoro

Appunto inviato da stellinaraffy
/5

Breve appunto sul lavoro (2 pagine formato pdf)

L'importanza del lavoro nella nostra nazione si può evincere già
dall'articolo 1 col quale si apre la Costituzione << L'Italia è una
repubblica democratica fondata sul lavoro>>.
Il diritto al lavoro è
riconosciuto a tutti i cittadini ed è compito dello stato eliminare tutti
quelli ostacoli che ne impediscono l'esercizio. Oltre ad essere un
diritto il lavoro è anche un dovere in quanto ognuno in base alle
proprie capacità deve contribuire al benessere e al progresso
comune, ciò non è altro che il principio laburista che sta alla base
della vita economica, politica e sociale del paese.
Il lavoro è regolato non solo dalle norme costituzionali ma anche
dai:
CONTRATTI COLLETTIVI : sono gli accordi stipulati tra le
associazioni sindacali (CISL, UIL) e le associazioni dei datori di
lavoro (CONFCOMMERCIO). Questi hanno una :
parte normativa : che regola la modalità di svolgimento del
lavoro;
economica: relativa alla retribuzione del lavoratore.
La formazione dei contratti collettivi segue 3 fasi:
I) preparazione ed elaborazione della proposta contrattuale:
prima della scadenza del contratto , le organizzazioni sindacali
presentano le loro proposte e richieste,
II) negoziazione e mediazione dei pubblici poteri: è la fase delle
trattative, cui partecipano i datori di lavoro e i lavoratori.
Le
trattative possono essere sostenute all'esterno attraverso scioperi. Se
le trattative si presentano lunghe e complesse, può intervenire il
Ministero del Lavoro o i suoi organi;
III) accordo : una volta raggiunto l'accordo il contenuto è
sottoposto all'approvazione dell'assemblea dei lavoratori o ad un
referendum. Il contratto deve essere formulato per iscritto e firmato
dalle parti che l'hanno stipulato.
.