Adattamento del diritto internazionale

Appunto inviato da liberadipensare
/5

Note sintetiche e molto precise sull'adattamento delle norme di diritto internazionale da parte degli ordinamenti interni (3 pagine formato doc)

-rinvio formale vs rinvio materiale

-rinvio formale recettizio:la norma è immessa nell'ordinamento

- non recettizio: la norma è presupposto per l'applicazione di norme dell'ordinamento.

-Art.10 Costituzione: costituisce un rinvio materiale alle norme consuetudinarie del diritto internazionale.(l'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute).
Non vengono recepite norme consuetudinarie in contrasto con i principi fondamentali della costituzione nate dopo la costituzione stessa.L'Italia è vincolata dalle norme consuetudinarie anche qualora sia obiettore persistente. E' vincolata anche da norme consuetudinarie regionali qualora si applichino anche ad essa.
Le norme consuetudinarie cogenti internazionali entrano nell'ordinamento italiano con rango di principi costituzionali.Non possono essere violate neanche da norme costituzionali.Possono eessere modificate solo da altre norme cogenti.

-Non esiste una disposizione costituzionale circa l'adattamento del diritto interno ai trattati internazionali. Esistono due modi di recepimento:

-procedimento tradizionale:tramite un rinvio materiale alla norma:trasformazione di una norma internazionale nell'ordinamento interno.Si crea una legge interna che abbia il contenuto della norma internazionale.E' necessario per le norme internazionali non applicabili da sole(incomplete,non self.executing,che danno ad esempio delle facoltà agli stati,o che non prevedono delle sanzioni precise)

-procedimento straordinario : tramite un ordine di esecuzione. Viene emanata una legge che impone il rispetto di un determinato trattato internazionale allegando il testo del trattato stesso.L'ordine di esecuzione può essere contenuto in una legge o in un regolamento a seconda della materia.