I ruoli e le funzioni della Magistratura: riassunto

Appunto inviato da marialisalupo
/5

Riassunto di diritto privato sui ruoli e le funzioni della Magistratura (6 pagine formato pdf)

I RUOLI E LE FUNZIONI DELLA MAGISTRATURA: RIASSUNTO

La Magistratura.

La funzione giurisdizionale consiste in quell’attività volta all’accertamento delle norme giuridiche da far valere nel caso concreto oggetto di una controversia; è finalizzata a garantire la certezza del diritto, a difendere le posizioni giuridiche dei singoli, ad accertare la commissione di comportamenti illeciti e conseguentemente a comminare le relative sanzioni previste dalla legge per punire i responsabili, ristabilendo l’ordine giuridico violato. La giurisdizione è dunque lo strumento primario di difesa dei diritti fondamentali della persona.
Si distinguono diversi tipi di giurisdizione: giurisdizione ordinaria (composta da giurisdizione civile [interviene su un diritto soggettivo del privato] e penale [accerta i reati], artt. 101-112 cost.); giurisdizione speciale composta da quella amministrativa (nei confronti degli atti della PA esercitata dal consiglio di stato e altri organi di giustizia amministrativa lesivi degli interessi legittimi e dei diritti soggettivi dei cittadini), tributaria (contenzioso fra lo stato o gli enti locali e i privati in materia di imposte, tasse e tributi), contabile (ha il compito di risolvere le controversie fra PA e privati in talune materie finanziarie).

La Magistratura: riassunto


LA FUNZIONE GIURISDIZIONALE

L’esercizio della funzione giurisdizionale si esplica nell’instaurazione di un processo e al termine la decisione finale sarà assunta mediante un provvedimento autoritativo denominato sentenza. Presupposto dell’esercizio della giurisdizione è la garanzia della possibilità di adire i giudici dello stato, allorchè un soggetto ritenga che si a stato leso un proprio diritto od interesse, così come quella di potersi difendere, laddove la sua condotta sia ritenuta lesiva delle altrui posizioni giuridiche. In questo senso, assume particolare importanza quanto disposto dall’art. 24 cost. laddove stabilisce che “tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti ed interessi legittimi. La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento. Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi avanti ad ogni giurisdizione. La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari”.

Cos'è la Magistratura: riassunto


COS'E' LA MAGISTRATURA

Il diritto di azione in giudizio unitamente al diritto di difesa della propria posizione personale del giudizio, pertanto, rappresenta una vera e propria “pietra angolare” dello stato di diritto, al punto che il costituente ne ha voluto espressamente stabilire il carattere di inviolabilità, irrinunciabilità e indisponibilità.
Inoltre tale garanzia deve essere assicurata a tutti.