I soggetti giuridici

Appunto inviato da debberan
/5

Definizioni varie riguardanti le persone fisiche, giuridiche e i diritti della personalità (4 pagine formato doc)

Il nostro ordinamento attribuisce agli uomini la qualità di persone fisiche, attribuendo rilievo anche ad altre entità quali associazioni, fondazioni o società.

L'art. 1 del codice civile stabilisce che la capacità giuridica si acquista al momento della nascita. La capacità giuridica è la capacità di un soggetto di essere soggetto di diritto, ossia di essere titolare di diritti e doveri. Il nostro ordinamento riconosce al nascituro alcuni diritti come il diritto di succedere. Al compimento del 18esimo anno di età il soggetto acquisisce la capacità di agire, ossia l'idoneità a compiere validamente atti giuridici che consentono al soggetto di acquistare diritti e adempiere ad obblighi. Il soggetto, recita il codice civile, acquista la capacità di compiere atti per i quali non sia stabilita un età diversa.
Ovviamente la capacità giuridica presuppone una maturità psico - fisica del soggetto. Gli atti del minorenne sono di regola annullabili, ad eccezione del cosiddetto minore emancipato.
 Il minore emancipato è il minore che abbia compiuto 16 anni, ammesso dal tribunale a contrarre matrimonio. Lo stesso acquista solo la capacità di compiere atti di ordinaria amministrazione, per quelli di straordinaria amministrazione deve essere assistito da un curatore e deve avere, oltre al consenso del curatore, l'autorizzazione del giudice tutelare. Per gli atti ancora più onerosi è prevista, oltre al consenso del curatore e del giudice tutelare, l'autorizzazione del tribunale. Il minore emancipato può essere autorizzato dal tribunale ad intraprendere l'esercizio di un'attività commerciale. In questo caso non è più necessaria l'assistenza del curatore.

Esistono altre limitazioni alla capacità di agire
:
1.Interdizione, che può essere
giudiziale, che deriva dall'infermità di mente del soggetto e determina una incapacità legale pari a quella del minore;
legale, che costituisce una pena aggiuntiva a carico di una persona e discende come effetto di una condanna penale. La persona ha piena capacità per gli atti di carattere non patrimoniale (testamento, diritto familiare) es: interdizione dai pubblici uffici

2.Inabilitazione, ricorre quando il soggetto è affetto da un'infermità mentale non così grave da richiederne l'interdizione, da eccessiva prodigalità, nel caso di uso abituale di sostanze alcoliche o stupefacenti, qualora il soggetto sia affetto da cecità o sordomutismo dalla nascita o dalla prima infanzia qualora non abbia ricevuto un'educazione sufficiente.
Sia l'interdizione giudiziale che l'abilitazione devono essere dichiarate con sentenza, e producono i loro effetti dal giorno della pubblicazione della sentenza stessa.