Cosa fa il Magistrato e le funzioni della Magistratura: riassunto

Appunto inviato da ainelys
/5

Riassunto di Diritto Pubblico su cosa fa il Magistrato, la Magistratura e le sue funzioni (2 pagine formato doc)

COSA FA IL MAGISTRATO E LE FUNZIONI DELLA MAGISTRATURA

Diritto pubblico.

La Magistratura.
Funzione giurisdizionale: applicare la legge astratta e generale per sua natura al caso concreto.
La Magistratura esercita questa funzione.
Esistono due categorie di magistrati:
-    LA MAGISTRATURA REQUIRENTE è costituita da magistrati preposti all’UFFICIO DI PUBBLICO MINISTERO che, soprattutto nello schema penale, promuove l’accusa nei confronti degli accusati.
-    LA MAGISTRATURA GIUDICANTE che, ponendosi in una posizione di IMPARZIALITA’ e INDIPENDENZA, applica la legge al caso concreto.
E’ indispensabile che il Magistrato sia INDIPENDENTE DA QUALSIASI CASO ESTERNO, NELL’ESERCIZIO DELLE SUE FUNZIONI.

Cosa fa il Magistrato e come ci si diventa: riassunto


MAGISTRATURA: FUNZIONI

La stessa Costituzione prevede una serie di garanzie affinchè il Magistero possa svolgere le sue funzioni evitando agenti di pressione esterna.
1)    L’art 101 della Costituzione tratta la SOGGEZZIONE DEL GIUDICE SOLTANTO ALLA LEGGE secondo la quale nessuno potrà mai contestare il suo operato poiché egli è vincolato alla legge.
2)    L’accesso alla Magistratura è per CONCORSO. L’articolo 106 della Costituzione è una garanzia basata esclusivamente sul MERITO, ovvero sulle conoscenze tecnico-professionali che il Magistrato ha saputo dimostrare.

L’accesso è quindi basato su un criterio oggettivo.
3)    L’art 107 della Costituzione introduce il concetto di INAMOVIBILITA’ del Magistrato. Salvo sua espressa richiesta oppure un’apposita decisione del Consiglio superiore della magistratura, il Magistrato non può essere trasferito dalla sede o dalle funzioni che opera.
4)    La retribuzione del Magistrato dev’essere CONGRUA rispetto alla delicatezza del lavoro che svolge.
5)    L’art 98 prescrive che la legge possa introdurre delle limitazioni alle iscrizioni di attività politica o partiti politici.

Che cos'è il Consiglio superiore della magistratura e quali sono le sue funzioni


LAVORO DEL MAGISTRATO

I Magistrati sono dei pubblici dipendenti: è stato necessario istituire un organo di rilevanza costituzionale apposito con riguardo all’esercizio delle loro funzioni e del loro status professionale.
Quest’organo coincide con il CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA che, sganciato dal potere politico, gestisce la carriera dei Magistrati.
Al fine di garantire che la carriera dei Magistrati non avesse condizionamenti esterni, esiste il CSM al di fuori degli schemi ministeriali.
Esso è disciplinato dall’art 104 della Costituzione. Esso è presieduto dal Presidente della Repubblica. Accanto a lui, fanno parte altri due membri di diritto: il PRIMO PRESIDENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE (MAGISTRATURA GIUDICANTE) e il PROCURATORE GENERALE PRESSO LA CORTE DI CASSAZIONE (MAGISTRATURA REQUIRENTE).
L’articolo 104 prevede che il CSM sia composto da tre membri di diritto:
-    Il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA che presiede anche l’organo;
-    Il PRIMO PRESIDENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE;
-    Il PROCURATORE GENERALE PRESSO LA CORTE DI CASSAZIONE