Diritto sindacale

Appunto inviato da bastianellimarco
/5

Sintesi veloce dei punti fondamentali del diritto sindacale: libertà sindacale, autonomia sindacale, contrattazione coleltiva, (10 pagine formato doc)

CAPITOLO 5 -LA LIBERTA' SINDACALE


* Art 39 Costituzione: "organizzazione sindacale è libera"; norma precettiva di immediata applicazione con l'unica limitazione da art 17 Statuto Lavoratori, per divieto costituzione sindacati di comodo.

  • relazione fra art 39 e art 18 sulla libertà d'associazione: tutela art 39 più forte, perchè non ammette ingerenze Statali ; a differenza delle limitazioni di legge dell'art.18: non vi è alcuna necessità di autorizzazioni.
  • doppio contenuto: libertà associativa sindacale totale per il singolo, diritto delle "organizzazioni" sindacali a svolgere liberamente attività: diversa definizione, garantisce margini più ampi dell'art 18.
  • art 39 postula una libertà sindacale positiva ( decisamente integrata da Statuto Lav), basata su un generale "obbligo d'astensione", sia per i soggetti pubblici che privati: accanto al profilo pubblicistico (diritto a organizzarsi e a quello di autogoverno delle oo.ss.), quello privatistico ( nullità licenziamenti, x adesione a sindacato;tutela posto di lavoro per dirigenti sindacali; divieto sindacati di comodo, divieto trattamenti discriminatori fra lavoratori motivati da adesione sindacato).
  • Naturale portato dell'art 39: il pluralismo sindacale
  • Discussa possibilità della libertà sindacale negativa, consistente nella non adesione a sindacati.Da statuto lavoratori ( a 15), nulle clausole che vincolino occupazione - che ha un valore più ampio dell'espressione "impiego", includendo anche l'esercizio dell'intero rapporto!- ad adesione o meno a oo.ss.
.