Il Parlamento

Appunto inviato da andreapaola7573
/5

Descrizione, struttura, funzioni, ... (5 pagine formato doc)

IL PARLAMENTO IL PARLAMENTO LA CAMERA E IL SENATO Il Parlamento si compone di 2 camere: la camera dei deputati, formata da 630 deputati elettivi; il senato della Repubblica, formata da 315 senatori elettivi e da un piccolo numero di senatori a vita.
Il Parlamento italiano è quindi un Parlamento bicamerale. Le due camere si riuniscono sempre separatamente, tranne in alcuni casi particolari stabiliti dalla Costituzione. Ogni decisione del Parlamento deve ottenere, separatamente, l'approvazione di ciascuna camera. Le due camere hanno esattamente gli stessi poteri e le stesse funzioni: questo tipo di bicameralismo viene detto uguale o paritario. MODELLI DI PARLAMENTI BICAMERALI I Parlamenti moderni nacquero in forma bicamerale sulla base di due distinti modelli: secondo il primo modello le due camere rappresentavano classi sociali diverse: una camera elettiva esprimeva gli interessi “innovatori” della borghesia, l'altra non elettiva, ma di nomina regia o ereditaria.
Lo stesso sistema vigeva in Italia prima dell'avvento della Repubblica: la camera dei deputati e elettiva, mentre senatori erano nominati dal re. In base al secondo modello il bicameralismo risponde uno scopo diverso. Una camera rappresenta l'insieme dei cittadini; la seconda rappresenta gli stati membri della federazione. IL SISTEMA BICAMERALE ITALIANO Il sistema bicamerale italiano non corrisponde a nessuno dei due modelli storici. Entrambe le camere durano 5 anni e sono formate da membri eletti col suffragio universale diretto. Nel senato e esistono, oltre ai membri elettivi, 2 tipi di senatori a vita: 5 cittadini che possono essere nominati dal presidente della Repubblica tra coloro che “hanno illustrato la patria per altissimi meriti nel campo sociale, artistico, letterario”; tutti gli ex presidenti della Repubblica che sono, di diritto, senatori a vita (art. 59 Cost.). Per la camera dei deputati sono elettori tutti cittadini che hanno raggiunto la maggiore età (artt. 48 e 56 Cost.), per il senato occorre avere compiuto il 25° anno di età (art. 57 Cost.). Un'altra differenza è stabilita per l'età necessaria per l'eleggibilità che è fissata a 25 anni per i deputati e a 40 per i senatori. Le due camere sono elette con due sistemi elettorali leggermente diversi, ma entrambi di tipo maggioritario con correzione proporzionale. LE RAGIONI DEL BICAMERALISMO Scomparse le ragioni che avevano fatto nascere le due camere allo scopo di rappresentare interessi o gruppi sociali diversi, l'unico motivo che può spiegare il mantenimento di due camere quasi uguali e con gli stessi poteri, è quello di assicurare un maggiore approfondimento nell'elaborazione delle leggi. La doppia discussione e la doppia approvazione di ogni testo di legge dovrebbero consentire un lavoro più accurato: una camera può correggere gli errori compiuti dall'altra, introdurre modifiche, effettuare ripensamenti, prima che la legge entri in vigore. GLI INCONVENIENTI Con l'esperienza sono venuti alla luce