L'Amnesty International cos'è e cosa fa?

Appunto inviato da boop
/5

Cos'è e cosa fa l'Amnesty International? Breve riassunto sull'organizzazione non governativa internazionale per la difesa dei diritti umani (1 pagine formato doc)

AMNESTY INTERNATIONAL COS'E'

Amnesty International.

Amnesty International si batte affinché non vi siano più vittime di violazioni dei Diritti Umani in nessuna parte del mondo, indipendentemente da ideologie politiche, credo religioso, razza o sesso della vittima.
Il 28 maggio 1961, dalle colonne del quotidiano inglese In The Observer, l'avvocato Peter Benenson lancia un appello dal titolo "I prigionieri dimenticati". L'autore, indignato per l'arresto di due studenti "colpevoli di aver brindato alla libertà delle colonie portoghesi in un ristorante di Lisbona, denuncia le ripetute violazioni della dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, ed invita i lettori ad unirsi alla sua protesta.
L'effetto è imponente e del tutto inaspettato. Migliaia di persone delle più diverse nazionalità si mettono in contatto con l'autore e insieme organizzano la prima campagna internazionale in difesa dei Diritti dell'Uomo.

Saggio breve sulla pena di morte

COSA FA AMNESTY INTERNATIONAL

Nasce così Amnesty International. Da quel giorno Amnesty si batte perché siano rispettati i fondamentali diritti di ogni essere umano, sanciti il 10 dicembre 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite:
•    il diritto alla libertà di pensiero , di opinione e di religione;
•    il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona;
•    il diritto di dimostrare la propria innocenza con un processo pubblico, equo e sollecito.
Il giorno in cui questi diritti saranno universalmente riconosciuti e rispettati, Amnesty International non avrà più alcuna ragione di esistere. Ma fino ad allora si batterà con ogni mezzo presso i governi di tutti i Paesi per ottenere:
•    il rilascio di tutti i prigionieri d'opinione, uomini e donne imprigionati a causa delle loro opinioni o a causa della loro origine etnica, del loro sesso, colore o lingua, che non hanno usato né promosso la violenza;
•    la garanzia di processi equi e tempestivi per tutti i prigionieri politici;
•    l'abolizione della pena di morte , della tortura e di ogni trattamento inumano, crudele e degradante;
•    la fine delle esecuzioni extragiudiziali e delle "sparizioni".