corpus iuris civilis

Appunto inviato da nikoi
/5

appunti diritto in piccolo per i foglietti e in formato normale (sempre lo stesso testo). Dalla Dichiarazione dei Diritti a Tangentopoli (7 pagine formato doc)

Funzioni del diritto: Sono i compiti che il diritto Funzioni del diritto: Sono i compiti che il diritto concretamente assolve al fine di regolamentare la vita di una società.
Fissare i valori comuni. Indicare cioè i principi fondam. Della convivenza sociale ed i beni primari da proteggere (la vita, l'integrità) Anche il diritto penale assolve questa funzione, colpendo le violazioni dei valori fondam(gli attentati alla vita, alla libertà, all'onore, alla proprietà) Istituire, assegnare e disciplinare i poteri. Questa funzione riguarda proprio l'organizzazione dei poteri statali: chi fa le leggi e secondo quali procedure, chi le fa eseguire, chi le applica nei processi, e così via. Stato italiano con il monopolio della forza Reprimere e prevenire i reati.
I reati sono le violazioni dei principi fondamentali della convivenza. I giudici, sono principalmente impegnati in questa attività ma hanno un ruolo importante anche le forze di polizia (prefetto, questore, polizia di Stato, guardia di finanza) Disciplinare i rapporti degli individui relativi all'utilizzazione e alla distribuzione di beni e servizi. Riguarda attività economiche-pratiche in cui vigilano il diritto privato e amministrativo. Risolvere i conflitti e le controversie. Si fa ricorso al diritto processuale , privato ed amministrativo per risolvere il conflitto. CORPUS IURIS CIVILIS 527 - 533 A. C. Sistemi giuridici dell'Europa continentale sono quelli dell'Italia, Francia, Spagna, Germania, e anche quelli dell'America Latina e di una parte dell'Africa sono detti romanisti (o romano-germanici), perché si formano sul diritto romano, che risale alla fine del Medioevo. Durante il Medioevo privilegiava il particolarismo giuridico, avuto come conseguenza dalla frammentazione territoriale del feudalesimo. Comincia ad entrare in crisi il sistema feudale, la gente migra e questo porta anche all'urbanizzazione. C'è una valorizzazione delle capacità individuali. E dello spirito d'iniziativa. Si entra in una nuova età, l'età moderna . Vige il diritto medievale(1550), nel quale si fa ricorso frequentemente ai principi del diritto romano, fissati da Giustiniano (482 - 565) nel CORPUS IURIS CIVILIS. Il diritto romano, alla fine, era quello che sapeva rispondere più adeguatamente alle esigenze delle nuove società europee. Il diritto romano si rivela un diritto elastico, aperto al cambiamento e all'innovazione. E con il corpus iuris civilis ci sono i sovrani assoluti che per superare la frammentazione politica data dal feudalesimo, ricorrono all'unificazione del diritto e dell'amministrazione della giustizia. Esempio in Francia con lo stato assoluto formato da Luigi XIV, basato sul diritto romano. Nasce così lo stato moderno, che affonda le sue radici nello assoluto. La condizione della borghesia sotto l'assolutismo è molto peculiare. Condivide con il sovrano ad una unificazione e razionalizzazione del diritto. Durante la Rivoluzione Francese (1789) c'è l'assunzione del potere e la borghesia può realizza