Il parlamento

Appunto inviato da titty81
/5

Appunti sull'organo che in Italia detiene il potere legislativo. (4pag - formato word) (0 pagine formato doc)

Il Parlamento Il Parlamento Il parlamento è l'organo costituzionale rappresentativo dei cittadini, al quale vengono affidate la funzione legislativa e la funzione di indirizzo e di controllo sull'attività del Governo.
Esso è un organo complesso formato da due camere: camera dei deputati e Senato della Repubblica. Bicameralismo perfetto o uguale Il nostro sistema parlamentale è un sistema bicamerale in quanto le due camere sono organi distinti, e perfetto o uguale perché hanno gli stessi poteri. Differenza tra le due Camere le due Camere si differenziano per il numero dei membri elettivi, 630 per la camera dei deputati e 315 per il Senato; la presenza di membri non elettivi, in quanto mentre nella camera vi sono solo membri elettivi, nel Senato si affiancano i senatori a vita; l'età richiesta per l'elettorato attivo (dir. votare) e passivo (dir.
Di essere votati), per la camera le età sono 18 e 25 mentre per il senato 25 e 40; il sistema elettorale è per entrambe le camere un sistema maggioritario corretto con quota proporzionale, solo che nella Camera dei deputati avviene su base nazionale, nel Senato invece su base regionale. Funzioni e difetti del bicameralismo in Italia L'esistenza di due Camere con identici poteri dovrebbe garantire maggiore riflessione ed equilibrio nell'esercizio dell'attività legislativa, e allo stesso tempo, assicurarne un reciproco controllo di una Camera nei confronti dell'altra. Di fatto però vi sono numerosi difetti, in quanto da un lato il meccanismo di formazione delle decisioni politiche è molto lungo e complesso e dall'altro lato il controllo esercitato da una Camera sull'attività dell'atra è solamente formale . Proposte di riforma Per correggere questi difetti sono state presentate nel corso degli anni diverse proposte di riforma del sistema bicamerale. Parlamento in seduta comune Di regola le Camere svolgono le loro funzioni separatamente, per alcune deliberazioni però previste tassativamente dalla legge, il Parlamento si riunisce e delibera in seduta comune. Le Camere si riuniscono in seduta comune, come organo “monocamerale” nelle seguenti ipotesi: l'elezione del Capo dello Stato con la partecipazione anche di alcuni rappresentanti regionali; la messa in stato di accusa, per alto tradimento e attentato alla Costituzione, del Presidente della Repubblica; l'elezione di 10 membri laici del consiglio superiore della magistratura; l'elezione di 5 giudici della Corte costituzionale. Norme applicabili Il Parlamento in seduta comune, è presieduto dal Presidente della Camera dei deputati e, se non è stabilito diversamente, la sua organizzazione è quella della Camera dei deputati. Regolamento parlamentare Il regolamento parlamentare disciplina l'organizzazione interna della Camera e stabilisce le norme che regolano il suo funzionamento (le procedure per le deliberazioni, la programmazione e lo svolgimento dei lavori, i rapporti con il Governo e così via). Per garantire i diritti delle minoranze parlamentari