Principio di uguaglianza, definizione dell'articolo 3 della Costituzione Italiana

Appunto inviato da cartinarita Voto 6

Definizione del principio di uguaglianza, articolo 3, nella Costituzione italiana (1 pagine formato doc)

PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA: DEFINIZIONE DELL'ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA

La Costituzione e l'articolo 3. Con la fine della Seconda guerra mondiale è stata emanata la legge a Suffragio universale (per la prima volta anche le donne potevano votare), ed i cittadini erano chiamati a votare sia per il referendum istituzionale, sia per l' elezioni dei deputati dell'Assemblea Costituente. Esso vide la vittoria della Repubblica ed il 1 gennaio 48 è entrata in vigore la Costituzione.
La nostra Costituzione è formata da 139 articoli. I primi 12 sono articoli immodificabili, tra questi abbiamo l'articolo 3.

Tema sull'uguaglianza


ARTICOLO 3 COSTITUZIONE, COMMENTO

Art. 3 Costituzione Italiana: 1° comma: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti   alla legge,senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione,di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
L'uguaglianza, principio fondamentale della costituzione.
L'uguaglianza insieme alla democrazia(sovranità del popolo), libertà(spirituali, materiali), giustizia(abolire differenze tra le categorie di cittadini) e internazionalismo(l'Italia fa parte di un sistema internazionale di protezione dei diritti dell'uomo) è un principio fondamentale della costituzione.

Diritti e doveri dei cittadini: riassunto


ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA

L'uguaglianza: l'articolo 3 proclama il principio di uguaglianza di fronte alla legge e quindi il divieto di discriminazione fra cittadini (sesso, razza, religione), esistono  due aspetti fondamentali dell'uguaglianza.
Uguaglianza non vuol dire che tutti debbano essere uguali, uguaglianza vuol dire che le differenze che esistono tra gli individui non possono essere giustificazioni per trattamenti discriminatori.