Il Presidente della Repubblica: ruolo e funzioni

Appunto inviato da agnesecr
/5

Riassunto breve sul Presidente della Repubblica: ruolo e funzioni (2 pagine formato doc)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: RUOLO E FUNZIONI

Il Presidente della Repubblica.

Il “Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale” (art. 87). Il Presidente della Repubblica è un organo costituzionale e si trova in una posizione di parità e di indipendenza rispetto agli altri organi dello Stato. Lui svolge la funzione di garante della Costituzione ed è un organo imparziale, al di sopra delle parti.
L’elezione e la supplenza del Presidente della Repubblica - L’elezione del Presidente della Repubblica avviene in modo indiretto perché eletto dal Parlamento in seduta comune più 3 delegati di ogni regione ad accezione della Valle D’Aosta che ne ha solo 1 (art 83).
L’assemblea elettiva è convocata dal Presidente della Camera dei Deputati 30 giorni prima della scadenza del mandato (art 85) o in casi particolari entro 15 giorni dalla interruzione anticipata del mandato presidenziale (a causa di morte, dimissioni o altri impedimenti) o dall’insediamento delle nuove Camere.

Presidente della Repubblica: riassunto breve


FUNZIONI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Per essere eletto Presidente della Repubblica bisogna essere cittadino italiano che goda dei diritti civili e politici e con un’età minima di 50 anni (art 84).
L’elezione del Presidente della Repubblica avviene a scrutinio segreto e senza candidature ufficiali. Nei primi 3 scrutini si ha bisogno di una maggioranza qualificata (2/3 dei componenti) dal 4 scrutinio in poi c’è bisogno di una maggioranza assoluta (50% + 1 dei componenti) (art 83). La persona che ha ottenuto la maggioranza viene eletta Capo dello Stato, poi c’è il giuramento davanti al Parlamentoin seduta comune e infine c’è l’entrata in carica vera e propria del nuovo Presidente della Repubblica.
Il Presidente della Repubblica rimane in carica per 7 anni decorrente dal giuramento (art 85) e al termine del suo mandato diventa senatore a vita di diritto salvo una sua volontaria rinuncia (art 59). Negli ultimi sei mesi del suo mandato (semestre bianco) il Presidente della Repubblica può compiere solo atti di ordinaria amministrazione. Egli è rieleggibile.
Il Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra carica pubblica o privata (art 84).

Presidente della Repubblica: funzioni e poteri


FUNZIONE LEGISLATIVA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

In caso di impedimento la Costituzione prevede la supplenza da parte del Presidente del Senato (art 86) il quale si deve limitare a compiere solo gli atti urgenti o di ordinaria amministrazione. Se l’impedimento è temporaneo il Presidente del Senato svolge la supplenza fino a che non termina l’impedimento; se invece l’impedimento è permanente il Presidente della Camera deve convocare l’assemblea elettiva per eleggere il nuovo Capo di Stato.
Prerogative del Capo dello Stato - Le prerogative del Capo dello Stato si dividono in: irresponsabilità, tutela penale e prerogative economiche.
Irresponsabilità: Il PdR non è responsabile giuridicamente per gli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni (art 90). Per questo gli atti presidenziali hanno la controfirma ministeriale, con la quale i ministri o il Governo si assumono la responsabilità (art 89). Qualsiasi atto del Presidente della Repubblica è valido solo se controfirmato. Il Presidente della Repubblica è responsabile solo per alto tradimento o attentato alla Costituzione (art 90). In questi casi il PdR viene messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune a maggioranza assoluta dei componenti e viene poi giudicato dalla Corte Costituzionale.
Il Presidente della Repubblica è responsabile per i reati commessi da privato cittadino e in questi casi viene giudicato dalla magistratura ordinaria.