Il Parlamento

Appunto inviato da flaca85
/5

Il Parlamento.Organizzazione e funzionamento delle camere.La formazione delle leggi.(formato word 4 pg) (0 pagine formato doc)

Il parlamento Il parlamento Il parlamento, è un ente autarchico territoriale.
La sua caratteristica principale, è costituita dal fatto che esso è espressione della volontà del popolo, il quale, esercita la propria sovranità attraverso rappresentanti liberamente eletti. La partecipazione del popolo, alla formazione delle leggi, non è un fatto recente, ma risale a molto tempo indietro (anche se prima a volte il popolo era ricattato a votare secondo le imposizioni dei più forti). Il parlamento, è un organo collegiale che segue un sistema bicamerale (cioè le leggi vengono formate dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica). Questo modello s'ispira al modello inglese, che ha due distinte assemblee: La Camera dei lord e la Camera dei Comuni.
Però, mentre in Inghilterra, la Camera dei Comuni, ha assunto nel tempo, più importanza di quella dei Lord, in Italia, esiste il principio di elettività per entrambi i rami del parlamento, che possiedono i medesimi poteri. La forma bicamerale, è giustificata dalla considerazione che due organismi possono esaminare con maggiore ponderazione una legge, evitando provvedimenti frettolosi, o poco meditanti. L'unico inconveniente, di questo metodo è l'allungamento dei tempi di approvazioni delle leggi. In tal modo infatti, il lavoro del Parlamento diventa eccessivamente pesante e poco proficuo. Nell'Europa occidentale, solo l'Italia, ha approvato il bicameralismo perfetto, infatti quasi tutti gli altri paesi, hanno adottato il monocamerismo. Oggi, mediante le elezioni, si scelgono le persone che dovranno sedere in parlamento. Sono elettori per la Camera dei Deputati, i cittadini italiani che hanno compiuto il diciottesimo anno di età; mentre sono elettori per il Senato della Repubblica, i cittadini italiani che hanno compiuto il loro venticinquesimo anno di età. Possono essere eletti deputati, i cittadini italiani che hanno compiuto il venticinquesimo anno di età, mentre possono essere eletti senatori i cittadini italiani che hanno compiuto il quarantesimo anno di età. I Deputati ed i Senatori durano in carica cinque anni, salvo i casi di scioglimento anticipato del parlamento. Organizzazione e funzionamento delle Camere Ogni Camera ha un proprio Presidente, oltre ad un certo numero di vice presidenti e ad un'Ufficio di presidenza. Il Presidente ha il compito di convocare il ramo del Parlamento a cui è preposto, di curare l'ordinato svolgimento delle sedute, di adottare eventuali provvedimenti disciplinari, di proclamare il risultato delle votazioni, di provvedere in genere all'organizzazione ed al funzionamento della Camera che presiede. L'attività di ciascuna Camera è disciplinata da un regolamento che deve essere approvato dalla Camera stessa. Le sedute delle Camere sono di norma pubbliche, salvo che i parlamentari deliberino diversamente. Le votazioni possono svolgersi a scrutinio palese, oppure a scrutinio segreto. Le votazioni a scrutinio palese, avvengono per alzata di mano oppure per appello nominal