Il contratto di lavoro subordinato

Appunto inviato da cla83
/5

Appunti usati per "i bigliettini" in una verifica sul contratto di lavoro subordinato.(2 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

Il lavoro è una qualsiasi attività materiale o intellettuale che contribuisce alla produzione, allo scambio di beni o di servi Il lavoro è una qualsiasi attività materiale o intellettuale che contribuisce alla produzione, allo scambio di beni o di servizi destinati al soddisfacimento di bisogni individuali o collettivi.
È prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore. Si ha lavoro autonomo quando una persona si obbliga a compiere verso un corrispettivo un'opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio senza vicolo di subordinazione nei confronti del committente. Il rapporto di lavoro subordinato è caratterizzato dal fatto che i contraenti, se sono posti su un piano di perfetta parità sotto il profilo giuridico, non lo sono da un punto di vista socio-economico, essendovi una parte forte(il datore di lavoro) e una parte debole(il lavoratore).
Le condizione di debolezza del lavoratore è conseguenza, oltre che dalla sua posizione di soggezione economica, che ne riduce il potere contrattuale, anche dalla situazione di dipendenza gerarchica nei riguardi del datore di lavoro, dalla quale possono originare violazioni della dignità e della libertà del lavoratore. L'insieme delle norme giuridiche che riguardano il lavoro subordinato costituisce il diritto del lavoro. I contratti collettivi di lavoro sono quei contratti sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dalle corrispondenti associazioni dei datori di lavoro contenenti le regole cui sono tenuti a uniformarsi i singoli contratti individuali di lavoro. Il contratto individuale di lavoro è il contratto con il quale il lavoratore si obbliga a mettere a disposizione del datore di lavoro la sua attività di lavoro in cambio di una retribuzione. Gli elementi del contratto essenziali sono: l'accordo, l'oggetto, la causa e la forma(che di solito è libera). Art. 2094 L'obbligo principale del lavoratore è quello di eseguire la prestazione lavorativa e che questa si sostanzia nel mettere a disposizione il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore. Art 2104 sancisce gli obblighi della disciplina e della fedeltà. Si tratta più che di obblighi giuridici aggiuntivi e autonomi, di specificazioni dell'obbligo principale sopra elencato. Essi vengono a determinare i caratteri specifici, il contenuto e le modalità di esecuzione della prestazione lavorativa. Il lavoratore subordinato deve anzitutto svolgere la propria attività con la diligenza richiesta dalla natura della prestazione, dall'interesse dell'impresa e da quello della produzione nazionale. Egli è anche tenuto all'osservanza(obbedienza) delle disposizioni per l'esecuzione e la disciplina del lavoro che gli sono impartite dall'imprenditore e dai collaboratori di questo dai quali gerarchicamente dipende. L'art. 2105 prevede l'ob