Funzione legislativa: significato e caratteristiche

Appunto inviato da flowers84
/5

Significato e caratteristiche della funzione legislativa (5 pagine formato doc)

FUNZIONE LEGISLATIVA: SIGNIFICATO E CARATTERISTICHE

La funzione legislativa.

La funzione legislativa è l’emanazione di norme costitutive dell’ordinamento giuridico aventi i peculiari caratteri:
- della generalità
- dell’astrattezza
- della novità (leggi).
Queste norme edificano un’impalcatura di regole oggettivamente rispondente ai fini che la società politica intende perseguire. E' funzione esercitata dal parlamento e ha avuto diverse fasi storiche:
1.    GRECIA: attività svolta direttamente dal popolo attraverso l’assemblea
2.    ROMANI: legge concepita come norma obbligatoria emanata dal magistrato e approvata dal popolo tramite il voto nei comizi; la funzione legislativa riguarda solo il diritto pubblico perché quello privato è regolato dalle consuetudini
3.    IMPERO BIZANTINO: funzione svolta dall’imperatore
4.    EPOCA FEUDALE: nascita dei primi istituti parlamentari (parlamenti, consilii, colloqui, curiae) formati da nobili o dal clero; con l’introduzione dei delegati il parlamento da organo di supporto alle decisioni del sovrano diviene un organo di controllo dell’attività regia
5.    RINASCIMENTO: lo stato si caratterizza per un forte accentramento decisionale e per la creazione di strutture amministrative a livello locale, svuotando d’importanza l’attività del parlamento
6.    DAL 700 AD OGGI: il parlamento torna a ricoprire un ruolo fondamentale e al criterio basato sul ceto sociale si sostituisce quello della rappresentanza politica.

Presidente della Repubblica: funzioni, potere e mansioni

FUNZIONE LEGISLATIVA DEL GOVERNO

L’attuale ordinamento italiano contempla 3 fonti normative primarie, poste su piani differenziati:
1.    la costituzione: legge fondamentale dello stato, emanata da un’assemblea costituente il 1° gennaio 1948
2.    la legge costituzionale: legge volta ad integrare, modificare, sostituire o abrogare le norme della costituzione
3.    la legge ordinaria: decreti legge, decreti legislativi e regolamenti
I primi 12 articoli della costituzione rappresentano i principi fondamentali, la prima parte tratta i diritti e i doveri dei cittadini e la seconda l’ordinamento della repubblica.

Un’eventuale modifica della forma repubblicana potrebbe avvenire soltanto con una rottura costituzionale ( processo rivoluzionario fuori dell’attuale ordinamento costituzionale)
La costituzione italiana è rigida in quanto non può essere modificata da altre leggi; al contrario dello statuto Albertino che prevedeva il carattere della flessibilità
La funzione principale del parlamento è quella di approvare leggi, sia ordinarie che costituzionali; ogni legge giunge a compimento attraverso una successione di fasi caratterizzate da una molteplicità di atti finalizzati a farle conseguire efficacia.

FUNZIONE LEGISLATIVA: FASI

Fasi del procedimento di legge:
1.    fase dell’INIZIATIVA: avvio del procedimento
2.    fase ISTRUTTORIA: esame e discussione del provvedimento in ogni sua parte
3.    fase DELIBERATIVA: approvazione del provvedimento da entrambi i rami del parlamento
4.    fase INTEGRATIVA DELL’EFFICACIA: il provvedimento viene promulgato, vistato e pubblicato sulla gazzetta ufficiale *
Organi ai quali spetta l’iniziativa legislativa:
- popolo: almeno 50mila cittadini di età non inferiore ai 18 anni; no progetti di legge in materia tributaria, di amnistia, di indulto e di ratifica dei trattati internazionali
- regioni: iniziative di legge che interessino solo l’ambito territoriale
- consiglio nazionale dell’economia e del lavoro: progetti di legge in materia di economia e di lavoro
- governo: è l’iniziativa più importante ed è affidata a ciascun membro delle camere o a gruppi di persone appartenenti alle camere