Formazione e crisi di governo italiano: riassunto

Appunto inviato da reda85
/5

In breve, la formazione e la crisi di governo, la funzione legislativa, il referendum abrogativo e il Presidente della Repubblica (2 pagine formato doc)

FORMAZIONE E CRISI DI GOVERNO ITALIANO: RIASSUNTO

Diritto: Il governo.

Il Governo è composto dal Presidente del Consiglio e dai ministri, che insieme formano il Consiglio dei ministri.
I ministri ad interim stanno a capo di più ministeri.
I ministri con portafoglio stanno a capo di un ministero.
I ministri senza portafoglio non stanno a capo di nessun ministero.
I ministri tecnici non devono essere dei parlamentari,ma sono comunque persone appartenenti  ai partiti di Governo.
I sottosegretari sono dei “vice-ministri”.

Formazione e crisi di governo: riassunto


FORMAZIONE DEL GOVERNO

La formazione del Governo: Consultazioni: il Presidente della Repubblica consulta i leader dei partiti presenti in Parlamento, per scegliere un “potenziale” Presidente del Consiglio.
Incarico: il Presidente del Consiglio accetta l’incarico “con riserva” perché non saprà  se riuscirà a formare il nuovo Governo, poi consulta i leader dei partiti che intende riunire nella coalizzazione. Qui viene deciso il programma del futuro Governo.
-se non trova un’ accordo rinuncia all’ incarico e il PdR deve ricominciare le consultazioni.
-se forma una maggioranza parlamentare,va dal Capo dello Stato per sciogliere la riserva.
Nomina: ora il PdR nomina il Presidente del Consiglio e i ministri.

In questo momento il nuovo Governo è formato.
Fiducia: entro 10 giorni dalla sua nomina, il Governo deve  esporre il programma alle camere e deve ottenere fiducia
Maggioranza e opposizione: la maggioranza parlamentare sono i partiti che hanno votato fiducia al Governo, l’ opposizione sono i partiti che hanno votato contro la mozione di fiducia.

La crisi di governo, tesina


IL GOVERNO ITALIANO: RIASSUNTO

La crisi di Governo: La crisi di Governo  avviene quando sorgono contrasti tra il Parlamento e il Governo stesso.
Crisi  extraparlamentare: il Governo si dimette senza che il Parlamento abbia votato la mozione di sfiducia
Il rimpasto: in caso di dimissioni di uno (o più) ministri, non si ha la crisi di Governo, bensì un rimpasto: al posto del ministro dimissionario, il PdR nomina un suo sostituto.
Le soluzioni: se i partiti riescono a trovare un accordo per formare una maggioranza parlamentare, nasce un nuovo Governo. Se il contrasto tra i partiti è così profondo da non riuscire a formare una maggioranza parlamentare, il PdR scioglie anticipatamente le camere e ricorre alle elezioni anticipate.

Il governo, tesina


COS'E' IL GOVERNO

La funzione legislativa. Si ha la riserva di legge quando la Costituzione prevede che una determinata materia possa essere regolata solo da una legge ordinaria.
-assoluta: tutta la materia viene regolata solo da una legge ordinaria.
-relativa: i tratti essenziali della materia vengono stabiliti con legge ordinaria.
La formazione delle leggi:
Iniziativa legislativa: facoltà di sottoporre ad una delle camere un progetto di legge, che deve essere redatto in articoli.
Iniziativa governativa: è la più importante perché il Governo, dovendo fissare l’indirizzo politico dello Stato, necessita di leggi per realizzare il suo programma.
Iniziativa parlamentare: ogni parlamentare può fare una proposta di legge.
Iniziativa popolare: 50mila cittadini maggiorenni possono dare alle camere un progetto di legge.
Iniziativa regionale e del Cnel: hanno il diritto di iniziativa legislativa anche i Consigli regionali e il Cnel, ma la loro iniziativa è molto limitata.