La Magistratura italiana: riassunto

Appunto inviato da ritameneghetti
/5

Riassunto di diritto sulla Magistratura: i caratteri generali, autonomia e indipendenza, il Consiglio superiore della magistratura, gradi di giudizio, giudici e interpretazione della legge, ordinamento e la responsabilità dei giudici (2 pagine formato doc)

LA MAGISTRATURA ITALIANA: RIASSUNTO

La Magistratura.

Caratteri generali - La magistratura è composta da magistrati e ha una funzione giurisdizionale.
Funzione giurisdizionale o giudiziaria consiste nell’applicare casi le sanzioni previste dalla legge.
Questa funzione da al giudice il potere di condannare o assolvere i cittadini.
Il giudice deve fondare la propria decisione solo su ciò che dispone la legge per essere libero di applicarla senza condizionamenti.
L’autonomia e l’indipendenza della magistratura
L’autonomia e l’indipendenza servono ai giudici per giudicare in piena serenità e benessere rispetto della legge senza rischio di essere condizionati o di subire pressioni.
Il Consiglio superiore della magistratura procede a:
•    Alle assunzioni
•    Ai trasferimenti
•    Alle promozioni e ai provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati.

Che cos'è il Consiglio superiore della magistratura e quali sono le sue funzioni


LA MAGISTRATURA: RIASSUNTO

Il Consiglio superiore della magistratura
Il Consiglio superiore della magistratura è l’organo di autogoverno dei giudici.
È composto da:
•    Primo presidente procuratore generale della corte di cassazione
•    16 magistrati ordinari eletti da loro stessi colleghi
•    Otto membri eletti dal Parlamento riunito in seduta comune
Questa composizione mista, unisce i membri togati quindi i magistrati e laici quindi non magistrati,  evita che la magistratura si trasformi in una casta chiusa.
I membri del Consiglio superiore della magistratura due anni carica quattro anni e non sono immediatamente rieleggibili.
Ulteriori garanzie di indipendenza
Il giudice deve essere libero da condizioni esterne e da pressioni che possono giungere dall’interno dell’ordinamento giudiziario.
I magistrati sono assunti per concorso questo evita che i giudici possono essere selezionati in base a criteri soggettivi.
Alimentare la magistratura non c’è gerarchia ma diversità di funzioni.

Infatti i più alti magistrati svolgono compiti più delicati.
I magistrati sono inamovibili, una volta assegnati a una determinata sede funzione, vengono rimossi solo se lo richiedono. Il trasferimento d’ufficio è consentito solo nei casi espressi dalla legge.

La Magistratura: riassunto delle sue funzioni


LA MAGISTRATURA, DIRITTO

I gradi di giudizio
Al fine di limitare errori giudiziari l’ordinamento prevede 3 gradi di giudizio.
Giudici di primo grado
Sono giudici di primo grado i giudici di pace, il tribunale e la corte d’assise.
1.    Il giudice di pace è un giudice onorario cioè non di carriera infatti non percepisce uno stipendio ma solo un compenso. Ha competenza in materia civile e penale. Può essere giudice di pace qualsiasi persona che abbia requisiti di moralità e professionalità previsti dalla legge. Il mandato dura quattro anni ed è rinnovabile. al giudice di pace si può ricorrere senza aver bisogno di un difensore, per presentare opposizione contro il pagamento di sanzioni date dall'autorità amministrativa. Solo quelle sanzioni amministrative più gravi è previsto il tribunale.
2.    Il tribunale è composto da giudici. È un organo collegiale e serve a giudicare questioni delicate più gravi, indicate dalla legge. Il giudice di pace del tribunale hanno competenza assieme materia civile che in materia penale.