La moneta e l'inflazione

Appunto inviato da elegiovale
/5

caratteristiche della moneta e l'inflazione: Dal baratto alla moneta, Le funzioni della moneta, Il valore della moneta, La teoria quantitativa della moneta... (4 pagine formato doc)

Untitled Dal baratto alla moneta: Nell'antichità si utilizzava il baratto (scambio diretto tra beni e servizi), ma aveva degli inconvenienti: Chi doveva scambiare doveva trovare prima di tutto il bene a cui era interessato.
Non si era sicuri che il soggetto fosse intenzionato a cedere il proprio bene o servizio o a cederlo in cambio di quello del primo soggetto. Bisognava stabilire il valore dei beni scambiati affinché il contratto sia equo da entrambi le parti. Si era penalizzati dal punto di vista economico perché la merce poteva essere deperibile e quindi non poteva essere barattata in tempi lunghi. Il baratto poteva essere difficoltoso se le merci non erano trasportabili o l'altro contraente viveva lontano.
La crisi del baratto nasce con la diffusione dell'agricoltura, quando i prodotti scambiati erano quasi tutti uguali; perciò nasce la moneta naturale cioè un bene esistente in natura apprezzato da tutti. Nel XII secolo con la fondazione delle colonie greche si abbandona la moneta naturale e si iniziano ad utilizzare i metalli nobili, specialmente l'oro e l'argento, che erano apprezzati da tutti. Le funzioni della moneta: La moneta è tutto ciò che viene utilizzato come mezzo di pagamento e intermediazione degli scambi. Le sue funzioni sono: Intermediaria negli scambi Misura dei valori: perché il valore dei beni viene espresso in moneta Portavalori nello spazio e nel tempo: perché può trasferire grandi ricchezze nello spazio e nel tempo e può accumulare e conservare ricchezza Mezzo di pagamento Le specie di moneta La moneta ha diverse tipologie: Moneta metallica: corrisponde agli “spiccioli”, la moneta metallica è una moneta divisionaria perché rappresenta una frazione dell'unità monetaria. Banconote: sono le monete cartacee e sono prive di un valore reale (perché prese di per sé sono solo pezzi di carta) hanno un valore nominale (quello impresso da parte dell'istituto emittente). Le banconote sono delle monte fiduciarie perché la loro circolazione è basata sulla fiducia che hanno i cittadini nello Stato. Assegni: sono un esempio della moneta bancaria. Sono titoli di credito mediante il quale un soggetto, correntista in una baca, ordina alla propria banca di pagare una determinata somma a un terzo soggetto. Carte di credito: sono tessere di plastica rigida che velocizzano il pagamento perché utilizzano fondi depositati in banca dal titolare. Moneta elettronica: consente il trasferimento dei fondi mediante strumenti informatici. Trasferiscono automaticamente gli importi dovuti dal conto corrente del cliente a quello dell'impresa venditrice. Cambiali: costituiscono la moneta commerciale. Sono titoli di credito dove risulta l'obbligo incondizionato di una certa persona di pagare o di far pagare una determinata somma a favore del legittimo possessore. Esistono due tipi di cambiali: Pagherò: contiene la promessa incondizionata fatta da una persona chiamata emittente, di pagare una determinata somma a favore di un'altra persona chiamat