la polis per Aristotele

Appunto inviato da 9er45
/5

La polis per Aristotele (1 pagine formato doc)

L'ideale della polis L'ideale della polis Il più importante teorico della polis greca fu Aristotele.
Per quest'ultimo la polis è una realtà naturale e costituisce la forma più alta di vita in comune, è la comunità perfetta, in quanto solo la città, a differenza di comunità più piccole o della famiglia, raggiunge la piena autosufficienza. In sintesi Aristotele afferma che la polis è la comunità naturale perfetta. Considera la polis come comunità di uomini liberi e uguali. L'elemento centrale della teoria aristotelica della polis è che i cittadini ( i ??????? ? si spartiscano il potere alternandosi al governo. Per Aristotele il cittadino è chi “governa secondo un turno”.
L'uguale partecipazione al comando è il tratto distintivo del cittadino, che per questo motivo è libero, ma la libertà e l'uguaglianza dei cittadini sono possibili solo grazie all'esistenza dei nomoi, le leggi che regolamentano l'accesso alle cariche pubbliche e ripartiscono le ricompense e le punizioni fra i cittadini. n.b. = nella Grecia antica, individuo,persona, e cittadino sono 3 caratteristiche differenti. I cittadini maschi con diritto di voto ( i ??????? ? sono una minoranza. Le donne sono ritenute esclusivamente persone e non cittadini. Gli schiavi sono ritenuti oggetti e non hanno nessun diritto. Cittadini Persone Individui