Unione Monetaria Europea

Appunto inviato da
/5

Ricerca sull'unione economica monetaria europea. (1 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

L'unione economica monetaria europea Ricerca sull'unione economica monetaria europea Il trattato di Maastricht definisce le condizioni per far parte dell'unione monetaria europea, prende il nome dalla cittadina olandese dove è stato firmato il 7 febbraio 1992, secondo il quale entro la fine del secolo l'Europa, con i suoi 370 milioni di abitanti, avrà una moneta unica.

Il trattato cerca di rafforzare l'Europa visti i grandi cambiamenti di quel periodo, il crollo del muro di Berlino e la rottura dell'Unione Sovietica. Nel Giugno 1988 il consiglio europeo di Hannover istituisce il comitato per lo studio dell'unione economica monetaria, a capo di questo comitato c'è Jaques Delors ed è formato dai vari governatori delle banche centrali dei paesi membri. Questa fu la prima tappa verso la moneta unica.
Nel Giugno 1989 il consiglio europeo di Madrid diede l'avvio all'unione monetaria, nel 1995 la moneta riceve un nome: Euro. L'unione monetaria seguirà questo piano: 1998: Avvio della fabbricazione delle banconote. Nascita della banca centrale europea a Francoforte e del sistema di banche centrali. 1999: L'Euro potrà essere utilizzato per pagare tutte le spese che non richiedono il pagamento in contanti. I titoli di stato saranno esclusivamente in Euro. I tassi di cambio tra le valute nazionali e l'Euro saranno fissati in maniera definitiva. 2002: Entreranno in circolazione le banconote. Dopo il 1 Luglio le banconote nazionali perderanno il corso legale e potranno essere convertite presso le banche. Ogni paese per entrare nell'unione monetaria deve rispettare i parametri del trattato di Maastricht: Il deficit pubblico deve tendere al 3% del PIL. Il debito pubblico deve tendere al 60% del PIL. L'inflazione di ciascun paese non deve essere superiore all'1,5% del valore registrato nei tre paesi con minore inflazione. Il tasso d'interesse nominale a lungo termine non deve eccedere oltre il 2% del livello dei tassi dei tre paesi a più bassa inflazione. Ciascun paese deve dimostrare stabilità monetaria per 24 mesi senza svalutazioni rispetto agli altri paesi. Il trattato di Maastricht non ha come traguardo solo la moneta unica ma anche fare una politica sociale ed estera in Europa, realizzare un sistema di giustizia, abbattere le frontiere interne ed estendere il potere del parlamento europeo sull'intero territorio. Credo sia la prima volta nella storia che l'unione di diverse Nazioni avviene prima economicamente e poi politicamente segno che la politica in questo fine millennio è stata scavalcata dall'economia infatti sono state definite con molta chiarezza le regole economiche della Comunità Europea ma non con altrettanta chiarezza sono state definite le leggi che dovranno regolare la vita dei cittadini europei.