La biodiversità

Appunto inviato da stillintoyou
/5

Che cos'è e perchè è importante tutelarla (1 pagine formato doc)

L’uomo è responsabile della scomparsa di moltissime specie.
Oggi è essenziale difendere e conservare la biodiversità, cioè la varietà delle forme di vita vegetali e animali presenti negli ecosistemi del pianeta. Le componenti della biodiversità sono 3. La prima è la diversità genetica, ossia la ricchezza e la varietà del materiale genetico di ogni organismo. Può essere suddivisa in 3 livelli: in un organismo corrisponde al numero dei geni eterozigoti, in una specie agli alleli totali presenti su ogni gene e al numero delle loro possibili combinazioni e in una comunità al numero di genotipi presenti. Questa componente è molto importante in quanto ogni individuo deve essere capace di cambiare per adattarsi ai mutamenti ambientali e a questo proposito la plasticità di ogni specie è proporzionale alla propria diversità genetica. 


Quest’ultima sta tendendo a scomparire a causa dei miglioramenti genetici che selezionano solo gli organismi omozigoti con i geni migliori.
La seconda è la diversità all’interno degli ecosistemi riferita soprattutto alla diversità funzionale, ossia le relazioni funzionali tra gli organismi. Attraverso essa si studia la complessità di un ecosistema, importante per la salvaguardia della diversità genetica. La terza è la diversità tra gli ecosistemi, anche questa contribuisce alla diversità biologica, in quanto ogni ecosistema ha la sua unicità.
Perché è importante salvaguardarla: perché tutti i viventi hanno diritto all’esistenza e devono essere in grado di adattarsi ai mutamenti ambientali, per salvaguardare il nostro futuro attraverso le giuste scelte negli agro ecosistemi, per obiettivi culturali, educativi ed economici. 


Come salvaguardarla: attraverso la conservazione degli habitat e dei luoghi con maggiore biodiversità, con l’immagazzinamento di materiale genetico (banche germoplasma) e con la lotta all’inquinamento. Negli agro ecosistemi la biodiversità è andata perdendosi in quanto si tratta di ambienti semplificati. È opportuno conservarla per migliorare la qualità ambientale, attraverso siepi, risorgive, alberi, boschetti ecc. Problemi legati alla sua perdita: la selezione genetica e gli incroci, hanno contribuito all’uniformità genetica delle specie vegetali. Le piante, con un patrimonio genetico decisamente povero, risultano essere più deboli ne confronti di molte malattie e di alcuni agenti climatici.