Bilancio d'esercizio

Appunto inviato da kykyna
/5

appunto su bilancio d'esercizio (3 pagine formato doc)

Il bilancio di esercizio è formato dallo Stato Patrimoniale che evidenza a sinisistra le attività e a destra le passività di Il bilancio di esercizio è formato dallo Stato Patrimoniale (è la fotografia dell'azienda) che evidenza a sinistra le attività e a destra le passività di un azienda e dal Conto Economico dove sono evidenziati a sinistra i componenti negativi del reddito (costi) e a destra i componenti attivi del reddito (ricavi): Stato Patrimoniale Conto Economico Attività passività costi ricavi L'ultimo prospetto del bilancio è la nota integrativa che è un documento redatto dall'organo amministrativo che spiega come il bilancio è stato formato (essa è sempre presente) e spiega i valori che sono stati indicati.
La contabilizzazione delle rimanenze nel conto economico ha come scopo la sospensione dei costi che non hanno hanno ancora ottenuto i relativi ricavi.
I beni strumentali (autocarri, attrezzature ecc…) vengono utilizzati dall'azienda per più esercizi pertanto il costo del cespite o costo storico dovrà essere ripartito in più esercizi mediante la tecnica contabile dell'ammmortamento. Le quote di ammortamento si decidono, come previsto nel codice civile, in base alla vita utile o economica del cespite (si considerano i fenomeni della senescenza - logorio, dell'obsolescenza - superamento tecnologico - e dell'indeguatezza). In alcuni casi specifici la quota di ammortamento è prevista dalla normativa. Fra le attività dello Stato Patrimoniale viene evidenziato il costo storico e nelle passività il fondo di ammortamento che rettifica indirettamente il valore del cespite. La quota di ammortamento viene invece evidenziata fra i costi del conto economico. Stato Patrimoniale Conto Economico Attività passività costi Ricavi Acquisto automezzo Euro 50 (costo storico) da dividersi in 10 quote di ammortamenteo annuale Euro 5 fondo di ammortamento (Fondo di ammortamento corrisponde all'usura del cespite 10 q.li x 4 = 40 - 3 q.li x 4 = 12 1° quota ammortamento Euro 5 Totale costi 33 7 q.li x 5 = 35 Totale ricavi 35 Valore contabile del cespite = costo storico - fondo Utile Euro 2 su cui andranno di ammortamento = Euro 45 (ovviamente calcolate le imposte nel secondo anno il fondo di ammortamento aumenterà a Euro 10 e il valore del cespite diminuirà a Euro 40). Le rimanenze finali sospendono i costi per calcolare le rimanenze Quando si vendono beni ammortizzabili si realizzano Plusvalenze e Minusvalenze. Le vendite di beni ammortizzabili si devono annotare nel Libro dei cespiti ammortizzabili, Le Plusvalenze e le Minusvalenze sono riferibili ai beni strumentali. Si ha la plusvalenza quando il prezzo di cessione è superiore al valore contabile del cespite. Si ha la minusvalenza quando il prezzo di cessione è inferiore al valore contabile. La plusvalenza viene inserita nel Conto Economico sotto la voce Ricavi. La minusvalenza viene inserita nel Conto Economico sotto la voce Costi. Esercizio: Abbiamo acquistato nell'anno 2000 un autocarro per Euro 3