Programmazione, controllo e reporting

Appunto inviato da teresathebest
/5

Appunti di economia aziendale sulla programmazione, il controllo e il reporting (7 pagine formato )

Per sopravvivere nel medio/lungo periodo e creare valore l' impresa deve individuare la propria MISSIONE, la quale viene realizzata tramite la PIANIFICAZIONE STRATEGICA.
Essa richiede l'analisi dell' ambiente esterno,l'individuazione delle risorse interne all' impresa, la fissazione dei mezzi, degli strumenti e delle azioni.

DEFINIZIONI UTILI DI ECONOMIA AZIENDALE (Clicca qui >>)

La pianificazione aziendale è il primo passo per rendere operativi i piani strategici.
Ciò comporta la formulazione di piani a medio/lungo termine. I piani pluriennali, che solitamente coprono un orizzonte temporale di tre-cinque anni, riguardano:
·         Singoli settori aziendali ( piani settoriali)
·         L' impresa nel suo complesso ( piani aziendali)

CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE (Clicca qui >>)

Il piano aziendale si articola in: PIANO ECONOMICO, che sintetizza costi e ricavi e risultati economici programmati per l'arco temporale coperto dal piano; PIANO PATRIMONIALE che riguarda le attività, le passività e il patrimonio netto; PIANO DEGLI INVESTIMENTI che riguarda gli investimenti e i disinvestimenti effettuati dall'azienda; infine IL PIANO FINANZIARIO, che traduce in flussi monetari il contenuto degli altri piani.

IL BILANCIO D'ESERCIZIO IN ECONOMIA AZIENDALE (Clicca qui >>)

Business plan
Il business plan è il documento che descrive l'idea imprenditoriale, ne esamina i fattori di successo nel lungo periodo e consente di valutarla. Il business plan può essere anche detto STUDIO DI FATTIBILITA'.