Reddito e capitale: differenza

Appunto inviato da rauzinofabiopio
/5

riassunto che descrive le differenze tra il reddito e il capitale nelle imprese (2 pagine formato doc)

REDDITO E CAPITALE DIFFERENZE - Il reddito. Il reddito è una grandezza che ha natura economica.

Esso indica la ricchezza prodotta dall'azienda misurandone il suo stato di salute dandoci valutazione e controllo dell'attività aziendale.
Esso è utile al soggetto economico e a tutti i portatori di interesse. E' utile per il soggetto economico in quanto verifica il risultato conseguito per programmare l'attività futura, rispetto degli obblighi di legge e verifica degli utili da distribuire ai soci. E' utile per tutti i portatori di interesse in quanto tutela gli investitori, è un'efficiente allocazione di risorse finanziarie ed è una base di calcoli per il prezzo fiscale.
Il reddito è collegato al capitale.
Esso è l'accrescimento che il capitale dell'impresa subisce in conseguenza della gestione.
I caratteri generali:
- E' un concetto di flusso: E' variabile in connessione alla gestione d'impresa.
- Si riferisce all'intera azienda: comprende tutte le sue operazioni.

Leggi anche Reddito e capitale d'impresa: dispense

REDDITO D'ESERCIZIO E CAPITALE DI FUNZIONAMENTO - Distinzione tra il reddito totale e il reddito d'esercizio:
• Il reddito totale è il risultato di tutta la vita dell'azienda, fino al suo termine. Rappresenta l'incremento totale della ricchezza. E' il risultato di grandezze economiche oggettive esprimendo certezza e oggettività. Può essere determinato secondo due grandezze:
1. Utilizzando la procedura sintetica, il reddito totale viene calcolato come differenza tra capitale finale di liquidazione e il capitale di costituzione tenendo conto di dividendi, delle riduzioni/aumenti del capitale sociale.
2. Utilizzando la procedura analitica si ha il metodo reddittuale, cioè determinato dalla differenza tra ricavi totali e costi totali, ed il metodo finanziario, cioè determinato come differenza tra entrate totali e uscite totali fatte eccezione al conferimento iniziale del capitale, degli aumenti/uscite del capitale relative a rimborsi o dividendi.
• Il reddito d'esercizio è calcolato in uno specifico periodo. Esso rappresenta la ricchezza durante solo quel periodo, essendo influenzato da processi economici ancora in corso di svolgimento. Si riferisce, quindi, ad aziende in funzionamento ed è determinato in modo soggettivo e incerto (utilizzo di stime e congetture). Esso si può calcolare tramite procedura sintetica, cioè come differenza tra capitale netto alla fine del periodo amministrativo (di un anno) e quello iniziale, tenendo conto dei dividendi, della riduzione del capitale sociale e dei conferimenti. Oppure tramite procedura analitica, ovvero come differenza tra costi e ricavi di competenza di esercizio.
La competenza economica è il principio in base al quale si stabiliscono le modalità per attribuire i costi/ricavi al periodo amministrativo, per concorrere quindi alla determinazione del reddito d'esercizio.
• Criterio della realizzazione: I ricavi di competenza indicano che la vendita è stata conclusa (passaggio di proprietà).
• Criterio della correlazione: I costi di competenza sono i costi sostenuti ai fini di conseguimento dei ricavi.

Leggi anche Il capitale aziendale, appunti

CAPITALE DI FUNZIONAMENTO DEFINIZIONE
- Il capitale è' l'insieme dei fattori e mezzi che in un dato momento sono a disposizione del soggetto economico. Caratteristiche:
• E' un concetto di stock: La determinazione del capitale è sempre riferita a un determinato momento.
• Qualitativo: Complesso di beni, diritti e obbligazioni a disposizione in un dato istante. L'indagine qualitativa consente di acquisire informazioni come la distinzione tra investimenti (attività) e finanziamenti (passività), beni di proprietà e non, caratteristica delle fonti cioè vedere se provengono dal proprietario o da un soggetto esterno. Leggi anche La struttura del capitale: schema