Reddito fiscale cos'è

Appunto inviato da silviettariv86
/5

Analisi di tutti gli articoli del TUIR relativi al reddito fiscale. Cos'è il reddito fiscale d'impresa (3 pagine formato doc)

REDDITO FISCALE COS'E'

Reddito fiscale d'impresa, economia aziendale.

L’art. 55 del TUIR fa riferimento ai redditi d’impresa.
“Sono redditi d’impresa quelli derivanti dall’esercizio di imprese commerciali”, poi considera redditi d’impresa anche “A) quelli derivanti dall’esercizio di attività organizzate in forma d’impresa e non secondo l’art. 2195 del c.c.; B) quelli derivanti dallo sfruttamento di cave, miniere, saline, ecc…; C) quelli derivanti dai terreni”.
Ci sono quattro principi da seguire:
Principio della competenza dove i costi e i ricavi sono imputati all’esercizio in cui ricade la loro competenza economica.
Principio dell’inerenza dove i componenti negativi devono ricollegarsi ad attività o operazioni da cui derivano ricavi e proventi che concorrono alla formazione del reddito imponibile.
Principio della certezza e della determinabilità oggettiva (in contrasto con il principio della prudenza) dove i componenti positivi e negativi, per concorrere alla formazione del reddito fiscale, devono essere certi e oggettivamente determinabili.
Principio dell’imputazione al C.E.
dove i componenti negativi non sono deducibili se non risultano imputati al C.E. dell’esercizio di competenza.

Cos'è il reddito fiscale d'impresa

COS'E' IL REDDITO FISCALE D'IMPRESA

Il costo fiscale dei beni comprende gli oneri accessori di diretta imputazione, quindi al costo d’acquisto si aggiungono:
-    per i beni strumentali → spese per il trasporto, collaudo, montaggio, installazione, ecc…;
-    per le merci, materie prime, sussidiarie e di consumo → spese per il trasporto, dazi, assicurazioni, ecc….
Per valore normale si intende “il prezzo o il corrispettivo mediamente praticato per beni e servizi della stessa specie o similari, in condizioni di libera concorrenza e al medesimo stadio di commercializzazione, nel tempo e nel luogo in cui i beni e i servizi sono stati acquisiti o prestati e, in mancanza, nel tempo e nel luogo più prossimi”.
L’art. 83 del TUIR fa riferimento a come si calcola il reddito fiscale d’impresa.
Il reddito fiscale d’impresa si calcola apportando all’utile o alla perdita risultante dal C.E. le variazioni in aumento o in diminuzione conseguenti all’applicazione dei criteri stabiliti dalle disposizioni tributarie che regolano questa materia.
L’art. 85 del TUIR fa riferimento ai ricavi.
Considera ricavi: A) i corrispettivi delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività dell’impresa (attività specifica); B) i corrispettivi delle cessioni di materie prime, sussidiarie e semilavorati acquistati o prodotti per essere impiegati nella produzione; C) i corrispettivi delle cessioni di azioni; D) le indennità conseguite a titolo di risarcimento per la perdita o il danneggiamento di beni.

Reddito fiscale: riassunto

REDDITO FISCALE ECONOMIA AZIENDALE

L’art. 86 del TUIR fa riferimento alle plusvalenze.
Comma 1 → le plusvalenze concorrono a formare il reddito: A)se sono realizzate mediante cessione a titolo oneroso; B) se sono realizzate mediante il risarcimento per la perdita o il danneggiamento dei beni; C) se i beni sono assegnati ai soci o destinati a finalità estranee all’esercizio d’impresa.
Comma 2 → come si calcolano le plusvalenze nei casi A e B, cioè la differenza tra il prezzo di vendita e il valore residuo contabile (costo non ammortizzato).
Comma 3 → come si calcolano le plusvalenze nel caso C, cioè la differenza tra il valore normale e il valore residuo contabile.