Rilevazioni aziendali

Appunto inviato da megi89
/5

Sistemi informativi, libri, inventari, varie contabilità, conti, aspetto finanziario ed economico, metodo della partita doppia, caratteristiche del patrimonio (3 pagine formato doc)

Untitled MOD 2: LE RILEVAZIONI AZIENDALI PROCEDURA: sequenza ordinata di operazioni che occorre compiere per svolgere un determinato compito Qualità dell'informazione: tempestività, completezza, accuratezza, selettività SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE: insieme ordinato di elementi, anche molto diversi tra loro, che raccolgono, elaborano, scambiano e archiviano dati con lo scopo di produrre e distribuire le informazioni alle persone che ne hanno bisogno, nel momento e nel luogo adatto.
Gli elementi che costituiscono il sistema informativo sono: i dati e le informazioni, le procedure, gli strumenti, le persone e le relative strutture organizzative Nell'ambito del Sistema Informativo Aziendale (SIA), il Sistema Informativo Contabile (SIC) ha lo scopo di tenere traccia dei fatti di gestione che hanno rilevanza quantitativa RILEVAZIONE AZIENDALE: insieme delle operazioni di inserimento all'interno del sistema informativo contabile dei dati relativi a un determinato fatto aziendale. Il punto di partenza di una rilevazione aziendale è sempre costituito dai documenti originari che stanno alla base di ogni fatto di gestione (ordini, fatture, bollette, lettere accredito/addebito…) Il sistema informativo contabile comprende: Le contabilità elementari (per predisporre info per altre rilevazioni) e sezionali (per seguire l'andamento di singoli valori o settori aziendali) La contabilità generale che determina i risultati globali dell'azienda (redditi/patrimonio); attraverso la contabilità generale si ottiene il bilancio La contabilità gestionale studio dei costi e dei rendimenti della gestione interna Libro giornale: scrittura in cui devono essere registrate, in ordine di data, le operazioni esterne di gestione Libro degli inventari: scrittura che contiene l'indicazione e la valutazione delle attività/passività e stato patrimoniale e conto economico; deve essere redatto all'inizio dell'impresa e alla fine di ogni periodo amministrativo Inventario di costituzione: ha lo scopo di descrivere il patrimonio con cui l'imprenditore inizia la propria attività Inventario d'esercizio: ha lo scopo di rappresentare il patrimonio esistente a quella data ed evidenziare il reddito d'esercizio; è redatto alla fine di ogni periodo amministrativo Libro mastro: scrittura contabile costituita da schede (conti/mastrini) che seguono i movimenti dei singoli valori aziendali Modalità di tenuta della contabilità: scritture rilevate in modo ordinato, non lasciare spazi in bianco, non fare annotazioni a margine, non fare cancellature illeggibili Fra le scritture obbligatorie ai fini fiscali ricordiamo: Il libro giornale Il libro degli inventari Le scritture ausiliarie (conti di mastro) I registri IVA Le scritture di magazzino Il registro di beni ammortizzabili (che risulta ormai abolito) I libri resi obbligatori dalla legislazione sociale sono: Il libro matricola, che contiene i dati anagrafici di ogni lavoratore, data di assunzione, qualifica, persone a suo carico e deduzioni fis.