Sintesi sul Full Costing e Direct Costing

Appunto inviato da alessiamantovanife
/5

Pregi e difetti delle tecniche Full e Direct costing (2 pagine formato doc)

Sintesi sul Full Costing e Direct Costing - FULL COSTING e DIRECT COSTING: pregi e difetti
Ghigini, Abbiati,Ronchi, Visconti (ed.
A. Mondadori Scuola)
Per operare calcoli di convenienza economica, quali avviare, continuare, variare o cessare determinate produzioni, è necessario confrontare, per ogni prodotto, il costo con il prezzo di vendita.
Le tecniche utilizzate a tal fine sono il Full Costing ed il Direct Costing.
La tecnica del Full Costing confronta, per ogni prodotto, il ricavo di vendita con il costo pieno, determinando così il risultato economico netto:
RICAVO DI VENDITA – COSTI VARIABILI – COSTI FISSI = RISULTATO ECONOMICO NETTO


La tecnica del Direct Costing confronta, per ogni prodotto, il ricavo con i soli costi variabili, secondo la relazione:
RICAVO DI VENDITA – COSTI VARIABILI = MARGINE LORDO DI CONTRIBUZIONE
La tecnica del Full Costing adotta una configurazione di costo che si avvicina di più al costo reale e si presenta utile per operare scelte di medio-lungo periodo.
La tecnica del Direct Costing utilizza una configurazione di costo molto inferiore al costo reale ed è idonea a indirizzare le scelte operative di breve periodo
Il Full Costing presenta i seguenti pregi:
- Il costo pieno è dato dalla somma di tutti i costi, diretti e indiretti, e dunque è un costo che rispecchia il costo reale.
- Questa configurazione di costo è più vicina al prezzo di vendita rispetto a quella determinata usando il direct costing.
- Le rimanenze sono valutate al costo pieno, in quanto il loro valore comprende, oltre ai costi variabili, anche una quota di costi fissi. Non si corre, dunque, il rischio di sottovalutarle in quanto includono anche una quota di spese generali industriali, amministrative e commerciali.
- Poiché obiettivo della Contabilità Analitica è quello di conoscere l’andamento dell’attività produttiva al fine di operare scelte proiettate nel medio-lungo termine, il full costing si presenta come lo strumento più esaustivo a tale scopo perché la configurazione di costo pieno tiente conto della componente variabile (controllabile nel breve termine) e della componente fissa (controllabile solo nel lungo termine).


.