La comunicazione aziendale

Appunto inviato da cle89
/5

Introduzione alla comunicazione aziendale: definizione degli obiettivi, delle caratteristiche e delle strategie (10 pagine formato doc)

La COMUNICAZIONE è un fenomeno complesso, che riguarda ad esempio:
  • psicologia: i primi studi di comunicazione sono stati fatti con un taglio psicologico (es: studio delle pubblicità adatte per i bambini); la psicologia assume come focus della sua attività l'INDIVIDUO come singolo (per es si parla di psicologia dei consumi: una confezione di yogurt o di latticini non sarà mai marrone, ma si tende ad usare colori più "freschi" come l'azzurro o il verde), ci sono automatismi dettati in noi da fenomeni psicologici;
  • sociologia: il focus, in questo caso, si sposta dal singolo al GRUPPO (è molto facile manovrare il gruppo, attraverso la promessa di premi o punizioni, questo è quello che succede, per es, in televisione);
  • tecnologia: ormai essa si muove nella comunicazione in modo pazzesco; la variabile tecnologica sta ancora facendo dei salti che portano la comunicazione sempre più avanti, si è passati dalla comunicazione telematica a quella digitale; vi sono due tipi di comunicazione legati alla tecnologia: 1.
    analogica (è fisica, per es un libro o un quotidiano), 2.
    digitale; (la pubblicità può rientrare in tutti e 2 i tipi a seconda di come viene fatta; Symphonya è sia analogica, come rivista, che digitale: per essere digitale non basta solo il mezzo, il supporto può essere digitale, ma non è sufficiente, bisogna che le informazioni girino e attraverso il motore di ricerca possano essere trovate con facilità);
  • giurisprudenza: es diritti d'autore: Google, Google libri e la battaglia per mettere i libri online;
  • etica: governa tutto ciò che non è codificato in norme (viene prima della legge stessa), è interpretabile in modo diverso da persona a persona;
  • economia: è molto importante, è un es di un tipo di comunicazione che dipende dallo stato di sviluppo del Paese;
Al giorno d'oggi la ricchezza e lo sviluppo di un Paese non sono più determinati dal PIL, ma grazie ad altri indicatori più o meno difficili da identificare come, per es, il grado di conoscenza della gioventù.

  • economia aziendale: è un'ottica specifica di chi sa quanto sforzo deve fare per ottenere un certo beneficio, è l'ottica dell'economia d'impresa (è l'unica ad essere inside, dentro l'impresa, invece tutte le altre invece sono fuori).