Economia politica

Appunto inviato da trudylie
/5

concetti di base (2 pagine formato txt)

L'economia politica è quella scienza sociale che studia come produrre e come distribuire la ricchezza nel paese.
La produzione della ricchezza consiste nei beni e nei servizi di cui necessita la comunità, la distribuzione riguarda invece il prezzo di vendita di questi beni.
Uno dei problemi maggiori dell'economia è il problema allocativo che consiste in tre domande fondamentali, ovvero:
1- quali beni produrre (quelli che servono)
2- per chi produrre (comunità)
3- in quali condizioni (se con la manodopera o il lavoro con le macchine)
il problema allocativo può essere risolto dallo stato (economia pianificata) o dal mercato (economia capitalistica).
Un altro problema molto importante riguarda quello della scarsità delle risorse, ovvero, come utilizzarle, come impiegarle ecc.
L'ultimo problema riguarda quello della povertà nell'abbondanza, ovvero, ci sono molti beni e molti capitali, ma essi non sono investiti.
L'economia politica è una scienza sociale, che studia il comportamento dell'essere umano (giudicato comunemente razionale). L'economista non può fare teorie certe sull'economia, ma si crea dei modelli, non troppo minuziosi ne troppo espansivi. Questi modelli sono semplici schemi che semplificano e mettono in luce la realtà e sono rappresentati sul piano cartesiano. I modelli hanno 2 variabili, quella dipendente (es. consumi) e quella indipendente (es. reddito).