La new economy

Appunto inviato da fenilxxx
/5

Tesi di Stefania Maroni. Università Degli Studi Di Macerata, Facoltà Di Scienze Politiche. Corso di laurea in scienze politiche. A.A. 2000-2001 (0 pagine formato doc)

CAPITOLO QUARTO CAPITOLO TERZO I SEGMENTI DI MERCATO DELLA NEW ECONOMY PREMESSA La new economy, come si è visto nel capitolo precedente si basa su presupposti e concetti del tutto innovativi rispetto a quelli della teoria economica tradizionale.
Allo stesso modo, i settori in cui si sviluppa si riferiscono a realtà economiche assolutamente inedite. Con riferimento a questo aspetto all'interno della new economy si possono individuare diversi segmenti di mercato; una classificazione convenzionale (Cohan, 1999) ne prevederebbe almeno nove, Livian nel testo Valutazioni.Com1 li raggruppa in: 1.Internet venture capital 2.Tecnologie internet (software e hardware) 3.Fornitori di accesso (ISP) 4.Portali e contenuti web 5.Commercio elettronico 6.Integratori/Innovatori di sistema. Ciascun segmento presenta caratteristiche strutturali-competitive differenti e storicamente un percorso di sviluppo diverso.
La network economy ha seguito un percorso abbastanza semplice. All'inizio, gli investitori, Internet venture capitalist finanziarono lo sviluppo delle tecnologie e delle infrastrutture Internet (software e hardware); in seguito i primi operatori telefonici iniziarono a fornire l'accesso a utenti consumer o business; nacquero così gli Internet Service provider. Molte imprese iniziarono a utilizzare internet come mezzo di comunicazione e con l'aiuto dei consulenti web o integratori di sistema si dedicarono allo sviluppo dei contenuti. Successivamente, con l'avvicinarsi alla massa critica di visitatori di un sito (soprattutto in America), la maggior parte delle imprese si è diretta verso la vendita di prodotti e servizi in rete (commercio elettronico). In questo capitolo si intende offrire una sintetica illustrazione dei sei segmenti di mercato che caratterizzano la new economy. 3.1 INTERNET VENTURE CAPITAL Lo sviluppo di internet ha avuto un propulsore fondamentale che ha permesso al sistema di raggiungere in tempi rapidissimi quelle dimensioni e quell'importanza di cui si è detto: il Venture Capital. Quest'ultimo, nato negli USA e ormai molto diffuso in Europa, finanziando la nascita e la fase di avvio di molte imprese, ha svolto una funzione catalitica nello sviluppo della Net Economy. Esistono diversi operatori di Venture Capital specializzati sia per il diverso stadio di vita delle imprese finanziate (Venture Capital e Incubator ); sia per i settori di riferimento, sia per il ruolo che assumono rispetto all'iniziativa: (Angel e Venture Backer Industriali). I Venture Capitalist non sono dei semplici finanziatori, ma entrano nel capitale aziendale; investono nelle aziende ad alto rischio, ma con un elevato potenziale di crescita in cambio di una partecipazione azionaria; sostengono la crescita delle stesse imprese e poi disinvestono la partecipazione tramite la vendita a terzi o con la quotazione in borsa. Il Venture Capitalist offre le competenze manageriali per gestire lo sviluppo e la rete, i contatti strategici per far crescere le iniziative. Infatti il