Le aggregazioni aziendali

Appunto inviato da micina1411
/5

Riassunto preciso e schematico delle aggregazioni aziendali (cartelli, consorzi, dominio, franchising, le joint-ventures, associazioni.....). (6 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

CAPITOLO 1: LE AGGREGAZIONI DI IMPRESE LE AGGREGAZIONI D'IMPRESE Le aggregazioni d'imprese sono accordi stipulati tra più imprese indipendenti per mantenere, migliorare, o ripristinare le condizioni d'equilibrio della gestione.
Le motivazioni sono: cause esterne, relative ai rapporti con l'ambiente esterno (concorrenti, clienti, fornitori); cause interne, legate all'ottimale utilizzo dei fattori produttivi. I criteri di classificazione in base ai quali possono essere analizzate le aggregazioni d'imprese sono i seguenti: durata del rapporto di collaborazione: si distinguono in collaborazioni temporanee: nascono in rapporto ad uno specifico problema e cessano con il compimento dell'iniziativa assunta in comune. collaborazioni durature: hanno come oggetto una serie di processi concatenati ed assumono una portata più vasta.
In questo caso la durata della collaborazione appare spesso indefinita. origine dei legami: si distinguono aggregazioni su base contrattuale: sono dettate da calcoli di convenienza economica delle singole imprese che decidono di collegarsi tra loro. Esse prevedono un accordo tra le parti che può essere: formale: sono caratterizzate da uno specifico contratto scritto, che sancisce la collaborazione economica delle imprese. In esse, il tipo e l'oggetto dei rapporti tra le aziende, le forme di collaborazione che si possono instaurare e la durata degli accordi possono presentare differenze notevoli. In generale si può dire che sono volontari ma assunti in vista di una propria convenienza, e si attuano tra imprese svolgenti attività complementari o integrabili, se non addirittura la stessa attività. informale: sono caratterizzate dall'accordo “verbale” o “sostanziale” di due o più imprese; aggregazioni su base patrimoniale: sono caratterizzate dal possesso di una quota significativa del capitale sociale da parte di un'impresa, allo scopo di influenzare l'amministrazione. Le imprese collegate per mezzo delle partecipazioni mantengono la propria autonomia giuridica, pur dando vita ad un'unica entità economica. LE AGGREGAZIONI INFORMALI D'IMPRESE Le tipiche forme sono le seguenti: Collegamento su base produttiva o finanziaria: I collegamenti su base produttiva scaturiscono dalla ricerca di una collaborazione operativa tra le aziende collegate. Esempi sono le piccole imprese che operano su commessa di una grande impresa di cui costituiscono “imprese satellite”. Se tali imprese hanno come unico sbocco dei loro prodotti la grande impresa, si creano dei vincoli di subordinazione. I collegamenti su base finanziaria s'instaurano quando l'azienda ottiene ingenti finanziamenti da un'altra azienda (esempio un istituto di credito). Anche in questo caso il collegamento non appare formalmente, ma i controllo è tanto più intenso quanto maggiore è il peso del finanziamento. Collegamenti su base personale: si fondano sul rapporto personale che interviene negli organi al vertice delle diverse imprese collegate. Ad ese