L'assegno bancario

Appunto inviato da khikha
/5

Caratteristiche di queta modalità di pagamento e requisiti fondamentali.(3 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

ASSEGNO BANCARIO ASSEGNO BANCARIO L'assegno bancario è un titolo di credito a vista mediante il quale una persona che ha somme disponibili presso una banca ordina alla stessa di pagare una certa somma a favore proprio o di un'altra persona.
La funzione dell'assegno è di pagamento e non di credito come nella cambiale. Per poter emettere un assegno bancario, detto anche cheque, è necessario: essere in rapporto di conto corrente con una banca; disporre di una somma su detto conto corrente derivante da precedenti depositi di danaro o da un prestito (fido) ottenuto dalla banca. L'emissione di assegni a vuoto ovvero scoperti comporta conseguenze civili e penali.
Le conseguenze civili derivano come per le cambiali dagli atti esecutivi dovuti dal legittimo possessore contro i beni del debitore. Il protesto per mancato pagamento di un assegno bancario è assai più grave di quello di una cambiale. Infatti, l'emissione di un assegno a vuoto è considerato dalla legge un reato che si consuma al momento della presentazione del titolo per la riscossione. L'assegno bancario è un ordine di pagamento con scadenza a vista nel quale figurano: il traente o emittente che è colui che emette l'assegno e lo sottoscrive essendo il titolare (o un suo rappresentante) del conto corrente, egli impartisce l'ordine alla banca di pagare; la banca o trattario che è l'azienda di credito incaricata del pagamento (la stessa presso la quale è acceso il conto corrente cui l'assegno si riferisce), il prenditore che è il beneficiario ovvero la persona a cui è stato rilasciato l'assegno e che lo presenta in banca per la riscossione. L'assegno bancario deve contenere i seguenti elementi quali requisiti di validità dello stesso: denominazione di assegno bancario; ordine incondizionato di pagare una somma determinata; il nome di chi è designato a pagare l'indicazione del luogo di pagamento. Per evitare che un assegno bancario smarrito o sottratto possa essere riscosso indebitamente possono essere prese determinate precauzioni: la più comune consiste nello scrivere sul retro dell'assegno la clausola “non trasferibile”, che esclude la circolazione del titolo pure diffusa è la sbarratura che consiste nel tracciare due righe trasversali e parallele sulla facciata anteriore dell'assegno. L'assegno bancario potrà essere normalmente girato e circolare, ma il suo pagamento potrà essere effettuato dalla banca trattaria soltanto ad un proprio cliente o ad un'altra banca. Il mancato pagamento di un assegno Qualora l'assegno sia stato emesso per un importo che non risulta disponibile, il possessore dell'assegno che si vede rifiutare il pagamento può agire in rivalsa contro il suo girante e gli altri obbligati purchè il titolo sia stato presentato al pagamento entro i termini (entro otto giorni se è pagabile nello stesso comune in cui è stato emesso, entro quindici giorni se pagabile in un comune diverso entro venti giorni se pagabile in nazioni diverse dello stesso continente, entro 60 gior